Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 22 Agosto 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Protocollo Mirano

 .
 

Confcommercio,
Comune di Mirano e CCIAA insieme per conciliare esigenze di cittadini, imprese e pubblici servizi

Il testo del Protocllo di intenti firmato lo scorso 25 settembre tra Confcommercio (Unione e Ascom del Miranese) - Comune di Mirano, Camera di Commercio

iconPrtocollo_PONTIMirano25sett2007.pdf 110.46 KB

Lavori diversi, orari diversi. E’ la società d’oggi, dove si mescolano flessibilità e rigidità. La prima è legata ai tempi — spesso imprevedibili - delle nuove professioni; la seconda — che caratterizza ancora diversi settori - è chiamata a cambiare per rispondere alle esigenze del mondo esterno. Perché chi ha gli stessi orari degli uffici pubblici, per sbrigare la burocrazia agli sportelli è costretto a chiudere bottega, farsi sostituire o chiedere un permesso al datore di lavoro. E chi lavora in un ufficio pubblico, per lo stesso motivo, non riesce a fare la spesa.

Conciliare gli orari di vita e lavoro diventa quindi prioritario. E’ questo l’obiettivo al quale puntano  il Comune di Mirano, la Confcommercio Unione Provinciale di Venezia, l’Ascom del Miranese e la Camera di Commercio di Venezia. Che il 25 settembre hanno firmato un protocollo di intenti — al quale ha già aderito un primo nucleo di oltre venti esercizi commerciali - per cercare formule che mettano d’accordo tempi di lavoro ed esigenze di vita, passando per la modifica degli orari di apertura degli uffici pubblici e dei negozi.

Un progetto-pilota che ha per capofila il territorio comunale di Mirano e che potrebbe estendersi anche ad altri comuni del Veneziano. Tra le priorità c’è l’apertura di un tavolo permanente di confronto tra i vari soggetti firmatari per monitorare e migliorare la qualità della vita della realtà urbana di Mirano attraverso la riorganizzazione dei tempi e degli orari dei servizi pubblici che guardi alla domanda prima ancora che all’offerta. 
 L’intesa si inserisce nell’ambito del progetto della commissione europea “Equal P.O.N.T.I .” che mira a creare pari opportunità tra i diversi soggetti della società.
Individuare soluzioni capaci di agevolare la cittadinanza, con particolare riguardo ai soggetti femminili (chiamati ancora principalmente a dividersi e moltiplicarsi tra famiglia, lavoro, spesa e burocrazia) è lo scopo dell’atto ufficiale che si compie oggi nella sede del Comune di Mirano.

 “ L’accessibilità alle attività economiche e sociali anche in fasce orarie e con metodologie più coerenti con i nuovi stili di vita è ormai una necessità che non possiamo ignorare, un impegno al quale anche noi con le nostre categorie (commercio, turismo e servizi) non possiamo sottrarci ”, dichiara il direttore di Confcommercio Unione Provinciale di Venezia Danilo De Nardi.

Tra le motivazioni condivise, la constatazione che il tempo va utilizzato con rispetto; che nelle città i ritmi non sono più quelli di una volta; che è sempre più difficile governarli secondo orari prestabiliti, perché l’imprevedibilità è diventata una costante; che la legge dà ai Comuni la facoltà di organizzare gli orati nel ‘proprio’ territorio armonizzando quelli degli uffici pubblici con le esigenze dell’utenza; che va avviato al più presto lo Sportello Unico.
Tra le risposte, per quanto riguarda gli uffici, l’utilizzo delle nuove tecnologie per evitare il più possibile gli spostamenti fisici dell’utente; la variazione degli orari di alcuni negozi in base ai risultati dei monitoraggi che verranno eseguiti; lo studio e la verifica di modalità applicative capaci di coordinare gli orari delle attività e dei servizi seguendo il principio della diversificazione e della complementarietà.

Hanno firmato il protocollo l'Assessora Laura Corti per il Comune di sindaco di Miran, il direttore della Confcommercio provinciale di Venezia Danilo De Nardi, il presidente dell’Ascom del Miranese Ennio Gallo e il vicesegretario generale della Camera di Commercio di Venezia Roberto Crosta.


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole