Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 19 Agosto 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

FNAARC - CONFCOMMERCIO: pronti ad un duro confronto

 .
 

FNAARC - Confcommercio: "pronti ad un duro confronto"

Liberalizzazioni, Fnaarc: “pronti ad un duro confronto”

“Siamo pronti ad un duro confronto politico e non escludo il ricorso anche a clamorose forme di  protesta”.
Lo ha affermato Adalberto Corsi, presidente della Fnaarc, in occasione di una manifestazione degli agenti e dei rappresentanti di commercio a Torino.

La Federazione nazionale degli agenti e dei rappresentanti di commercio associata a  Confcommercio protesta, infatti, contro l’articolo 3 del Disegno di Legge Bersani sulle liberalizzazioni che prevede l’abolizione del Ruolo agenti di commercio presso le Camere di Commercio e quindi l’iscrizione dei neo agenti al Ruolo.
“Sia chiaro che stiamo parlando di un Disegno di Legge, e non di un Decreto Legge - ha precisato - quindi di una proposta del Governo che dovrà esser discussa, eventualmente modificata ed approvata dal Parlamento. Ma se le nostre ragioni non venissero ascoltate, siamo pronti ad una dura protesta”.

La nostra, ha aggiunto, “non è una 'difesa corporativa' perché il Ruolo non rappresenta affatto una 'barriera d'ingresso' ai nuovi operatori, bensì una garanzia, prima di tutto per i consumatori e poi per gli operatori della filiera, che gli agenti di commercio siano professionalmente qualificati a svolgere questo lavoro e siano persone oneste, senza problemi con la giustizia, senza aver emesso assegni a vuoto, cambiali in protesto e via dicendo”.

“Immaginate un esercito di oltre 200mila agenti di commercio - ha detto ancora Corsi - che entra in attività senza alcun controllo, praticamente compilando una autocertificazione la cui veridicità non sarà mai controllata. Chiunque potrà bussare alle porte di industrie e negozi proponendosi come venditore.

Questa, dunque, non è una liberalizzazione, è il caos e l’anarchia ed i primi a rimetterci saranno i cittadini ed il sistema economico nazionale, in cui la funzione delicata e importante di raccordo tra mondo produttivo e mondo distributivo à affidata agli agenti e ai rappresentanti di  commercio”.


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole