Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 23 Ottobre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Vendite 2007

 .
 

Dettaglio: vendite sottotono. Meglio i saldi

Ancora incerto l'andamento dei consumi, ma i saldi estivi lasciano sperare una sensibile ripresa

Ancora incerto il trend delle vendite al dettaglio: la domanda delle famiglie infatti rimane debole con una crescita che nei primi cinque mesi del 2007 è stata appena del +0,6% rispetto all'analogo periodo dello scorso anno.
Sono le prime impressione  che suscitano i dati ISTAT elaborati dal Centro Studi Confcommercio.

Unica reale controtendenza ad un andamento ancora asfittico, è quela che caratterizza la domanda di prodotti dell’elettronica di consumo e degli articoli farmaceutici. Sembra dunque già finita, e quasi episodica, la spinta ai consumi registrata a cavallo tra il 2006 e il 2007.
L'Indicatore dei Consumi Confcommercio, che nei primi cinque mesi del 2007 segnava un incremento reale della spesa delle famiglie, considerando anche l’area dei servizi, intorno allo 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2006.
Nel mese di maggio, si ricava sempre dall'analisi di Confcommercio,  la variazione tendenziale dell’indice del valore delle vendite al dettaglio è stata positiva per le imprese operanti su grandi superfici (+1,1% in valore rispetto a maggio 2007) e negativa per i piccoli negozi (-0,4%), a conferma ulteriore del quadro articolato e complesso dei comportamenti di acquisto delle famiglie.

Una storia a sè stanno invece tracciando i saldi estivi (nel Veneto dal 15 luglio al 31 agosto) che a due settimane dal via riscontrano  un primo positivo bilancio .
Secondo FederazioneModaItalia-Confcommercio, la crescita rispetto al 2006 è stata infatti finora del +6,0%.
Per quanto riguarda l’analisi dei capoluoghi di provincia monitorati, spicca il risultato di Bologna e Napoli (+8%), seguite da Cagliari e Palermo (+7%) e da Genova, Bari, L’Aquila, Pisa e Pordenone (+6%). Da notare, rileva FedermodaItalia-Confcommercio, che le località nelle quali le vendite di fine stagione hanno avuto inizio domenica 15 luglio sono state penalizzate dagli spostamenti per il week-end.
I risultati più importanti si sono registrati per gli articoli da donna, che coprono il 52% del mercato (a fronte del 30% circa del settore “uomo”), la camiceria, la moda mare, le t-shirt. Nella pelletteria andamento positivo per le borse da donna e la valigeria. 


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole