Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 26 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Il Rapporto CISET - UIC 2007

 .
 

Il Rapporto CISET - UIC 2007

Un appuntamento giunto all'ottava edizione. Il Focus dedicato alle residenze extralberghiere

Anche quest’anno a Venezia si è svolta la Conferenza su “L’Italia ed il turismo internazionale”, organizzata da Ciset, Università Cà Foscari di Venezia ed Ufficio Italiano Cambi. Ed anche quest’anno la presentazione dei dati del rapporto ha costituito un’occasione per riflettere sul turismo italiano, veneto e veneziano. Un panorama, a dire il vero, su cui si affacciano più luci che ombre, soprattutto per quanto attiene all’ambito locale.

Il 2006 è stato un buon anno per il turismo incoming in Italia, caratterizzato da un aumento delle entrate del 6,7% rispetto al 2005 (da 28.456 a 30.326 milioni di euro). In crescita, ma più contenuta, la spesa degli italiani per viaggi all’estero (+ 2,2%).

Le principali tendenze emerse dalle interviste realizzate alle frontiere su un campione di circa 130mila turisti indicano nella provincia di Roma la destinazione che lo scorso anno ha avuto il miglior apporto in valuta estera in Italia (+ 12,3% con 4.824 milioni di euro), seguita da Milano (+ 18,8%, 2.961 milioni) e Venezia (+13%, 2.378 milioni).

Tra i Paesi di origine dei flussi di spesa, la Germania si è confermata la prima nazione con il 17,1% del totale, anche se in diminuzione di circa 813 milioni di euro sul 2005. In crescita gli USA, il Regno Unito, la Francia e la Spagna, mentre stabile è l’Austria (4,4%, -4 milioni).

Sul fronte dell’outgoing, l’Italia si conferma come uno dei maggiori Paesi di origine dei flussi internazionali. In termini di spesa globale per viaggi all’estero, il primato spetta comunque alla Germania, seguita da USA e Regno Unito.

Buoni risultati sono imputabili anche ai 30.326 milioni di euro spesi dai turisti stranieri in Italia, che in termini di valore aggiunto hanno generato altri 25.277 milioni. Sui tipi di destinazione, si è confermato il balneare, + 5% in termini di flussi (30%) e + 2% in termini di spesa (22,8%) rispetto al 2005; picco record del segmento culturale, che registra un + 6% con il 53% sulla spesa totale.

Ottimi anche i risultati conseguiti dal Veneto, che ha confermato – ed in molti casi migliorato – le medie registrate sul territorio nazionale. Le cifre parlano di una media di 87 euro spesi al giorno da ciascun turista, con un minimo di 68 per la tipica vacanza balneare ed i 140 massimo spesi per l’enogastronomia. Complice la forte ripresa di questi due settori, il turismo regionale sembra attraversare una fase di rilancio nelle preferenze dei visitatori stranieri.


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole