Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 25 Settembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Terziario Donna

 .
 

TERZIARIO DONNA

Avviso di finanziamento anno 2008 per la presentazione di progetti a valere sull’art. 9 della legge 53/2000

E’ stato pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 34 del 9 Febbraio 2008,  il testo dell'avviso di finanziamento, completo degli allegati,  per i progetti a valere sull'articolo 9 della Legge 53/2000 (prossime scadenze: 10 giugno, 10 ottobre 2008).

L’articolo 9 della legge 8 marzo 2000 n. 53 attribuisce annualmente una quota del Fondo delle politiche per la famiglia al finanziamento di azioni positive volte a conciliare tempi di vita e di lavoro, al fine di creare e diffondere una cultura della conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di cura della famiglia, in favore tanto dei lavoratori dipendenti quanto dei lavoratori autonomi.

La Guida fa riferimento alla sola lettera C, ovvero alla Sostituzione del titolare d’impresa o del lavoratore autonomo con altro titolare di impresa o lavoratore autonomo.

La sostituzione può riguardare l’affidamento al sostituto di tutte le tipologie di attività svolte ovvero solo di una parte ben definita di esse e può altresì coprire l’intera durata del progetto, ovvero articolarsi in modo frazionato (nel senso di uno scambio organizzato su porzioni di giornata o su diversa unità temporale) durante il periodo progettuale.

Il sostituto deve essere possibilmente già individuato al momento della presentazione del progetto o, in mancanza, devono essere molto ben dettagliate le modalità per la sua individuazione e le competenze che lo stesso deve possedere in relazione al tipo di attività che si intende delegare.

L’estensione del periodo cui riferire la sostituzione prevista dalla lettera c) non può eccedere i 12 mesi, in analogia con la durata massima prevista per il congedo parentale dei lavoratori dipendenti. Il progetto potrà, comunque, avere la durata massima di 24 mesi, laddove sia prevista un’azione di sostituzione che, sebbene complessivamente rientrante nel limite dei 12 mesi, sia articolata in modalità frazionata.

Sono soggetti ammessi al finanziamento:

a) imprenditori (con o senza dipendenti/collaboratori), vale a dire:
- i titolari di impresa che esercitino la stessa individualmente;
- i titolari di impresa che esercitino la stessa collettivamente, limitatamente alle società di persone composte al massimo da tre soggetti e limitatamente ai casi in cui:
- le funzioni svolte dalla pluralità di imprenditori non siano tra loro fungibili (pertanto non è possibile una sostituzione da parte di uno degli altri soci);
- la sostituzione sia stata preventivamente autorizzata da tutti gli altri soci;

b) lavoratori autonomi, inclusi i liberi professionisti, nonché i lavoratori a progetto (a condizione che vi sia l’assenso esplicito del committente sulla sostituzione e sul sostituto).

I documenti cui è necessario attenersi per la presentazione delle richieste di finanziamento sono disponibili sul sito del Ministero della Famiglia www.politichefamiglia.it

09/04/2008


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole