Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 20 Ottobre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Citta' metropolitana

 .
 

Città metropolitana, laboratorio per
una nuova rappresentanza economica e del lavoro

di Francesco Antonich
vicedirettore Confcommercio Unione Venezia

Oggi sembra sia più politically correct, anzi, smart parlare di corpi intermedi anziché di associazioni di categoria o di sindacati, quasi a voler dare una patina semantica come di corpi "oramai estranei al contesto". Viva l'era della disintermediazione...! Per contrastare queste "sconsiderazioni" sul ruolo e sulla funzione della libertà di associazione, quale risposta può dare il mondo del lavoro costituito da cittadini che partecipano e si riconoscono nelle realtà partecipative delle imprese e delle risorse umane, ovvero il tessuto connettivo del Paese? Associazioni che, per inciso, "intermediano" cioè costituiscono i mezzi in azione con i quali si crea PIL, lavoro, sviluppo e stabilità, ma anche solidarietà nei momenti difficili e di solitudine prodotti dal cambiamento in atto e capaci di reagire alle disfunzioni della politica, di imparare rispondere a nuovi bisogni e a nuove necessità perché in grado di apprendere anche dai danni che la trasformazione del mondo sta producendo. E' però tempo di essere consapevoli che la rappresentanza è misurabile. Come? In termini di capacità, cioè di saper contenere idee, iniziative, soluzioni e, su questi elementi, anche di condivisione, consenso e impegno collettivo e personale. Se il numero degli associati e degli iscritti permane un dato da considerare, in prospettiva, tuttavia, a pesare sarà sempre più la progettualità, - declinata in un mix ottimale di rappresentanza "politica" e di servizi problem solving - e discrimine per ponderare qualità e valore dell'attività associativa e sindacale. La rappresentatività e il ruolo plurale, complementare delle forme associative saranno tanto più riconosciuti se ciascuna di esse, secondo le proprie esperienze e competenze e sensibilità, darà un contributo al miglioramento della Qualità della Vita del territorio, dei cittadini. E' la prospettiva di diventare agency di progettazione e di azione per il territorio e per la collettività che determinerà il vantaggio competitivo e il riconoscimento della rappresentatività di un'associazione. Vi sono aspirazioni trasversali, collettive, per soddisfare le quali le associazioni possono dare il proprio contributo specifico e lo potranno fare tanto più abbandoneranno un approccio datato di "rappresentanza di interesse" per assumere quello di rappresentazione di una progettualità da condividere tra stekeholder del territorio. Per affrontare il futuro che mette a dura prova le nostre città e le nuove generazioni, occorre una grande stagione di co-progettazione, con un'umile propensione allo studio dei problemi, lo scambio reciproco di informazioni e di culture imprenditoriali e la consapevolezza che competenze condivise producono reti per intercettare investimenti e intelligenze. Un primo campo di prova per questo passaggio sarà proprio la Città metropolitana di Venezia o, meglio, le competenze che la governance metropolitana reale, tutta da costruirsi, saprà mettere in campo sin dalla messa punto della visione e della missione politica ed economica, non tanto e non solo attraverso gli strumenti formali quali Statuto, regolamenti leggi vigenti, quanto con il confronto quotidiano tra tutti i cittadini e le rappresentanze dell'economia e del lavoro metropolitani. La dimensione geopolitica e geoeconomica metropolitana, né troppo eccentrica rispetto alle realtà urbane che la compongono, né troppo incentrata nel singolo ambito o ente locale, costituisce un importante ambiente laboratorio per la trasformazione dell'associazionismo dell'economia e del lavoro, in grado di oscurare i gufi che lo vorrebbero un corpo intermedio e già estraniato e di farne riscoprire, invece, la funzione di cinghia di trasmissione tra i vari soggetti in evoluzione: imprese, risorse umane, reti materiali ed immateriali, politica ed istituzioni rinnovate, in grado di cogliere le opportunità di un'area vasta, per intelligenza politica ed idee evolutive, prima ancora che per confini geografici e amministrativi, oggi sempre più labili.

11/12/2015


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole