Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 24 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

FIPE

 .
 

FIPE, IL BAR È ANCORA ‘RE' NEL FUORICASA

Nonostante le difficoltà economiche e nonostante la spesa per i consumi alimentari domestici sia in forte calo, gli italiani continuano a spendere nei pubblici esercizi, soprattutto nei bar: a rivelarlo è la FIPE, Federazione Italiana Pubblici Esercizi aderente a Confcommercio.
Con 1,5 miliardi di consumazioni all'anno il bar rimane il luogo preferito dagli italiani per fare colazione. Sono almeno 20 milioni gli italiani a cui capita, più o meno saltuariamente, di entrare al mattino in uno dei 172 mila bar dislocati nelle città, nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti e lungo la rete autostradale.
Il profilo del consumatore tipo della colazione fuori casa ha tra i 25 e i 44 anni, un diploma di scuola media superiore ed è lavoratore dipendente. E' soprattutto per questo, ovvero in conseguenza della contrazione dei livelli di occupazione, che anche la colazione fuori casa ha risentito degli effetti della crisi di questi anni.
Con uno scontrino medio di 2,60 euro la colazione al bar genera un volume d'affari di 3,9 miliardi di euro pari al 21% del valore complessivo delle vendite del canale.
Nell'ultimo anno la dinamica dei prezzi della caffetteria si è mantenuta costantemente (e largamente) al di sotto dell'inflazione generale. Il prezzo medio della tazzina di caffè è 0,93 euro mentre quello del cappuccino è di 1,25 euro. Anche per la pausa di metà mattina o per il break pomeridiano il bar rimane, con oltre il 40% delle occasioni di consumo, il luogo più frequentato dagli italiani. Con una densità di 2,8 esercizi ogni mille abitanti, un orario medio di apertura giornaliero che supera le dodici ore, il bar è il luogo di prossimità per eccellenza.
"I pubblici esercizi" osserva Massimo Zanon, presidente Confcommercio Unione Venezia "rappresentano assieme un elemento di tradizione e forte tenuta economica per il nostro Paese, ed in special modo per la nostra regione, dove la diffusione dei bar è particolarmente capillare, complice anche la vocazione fortemente turistica del territorio". Prosegue il numero uno Confcommercio Venezia: "Diamo atto a questa categoria che gli sforzi sostenuti nell'esercizio della propria professione vanno a vantaggio di tutta la collettività: orari di apertura prolungati, prezzi contenuti ben oltre l'inflazione corrente e costante impegno nel rendere i bar confortevoli al punto di rappresentare la vera, seconda casa degli italiani".

17/12/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole