Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 27 Maggio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Articolo 62

 .
 

Articolo 62: 4 fatture per un solo pacco di Natale!

Nei giorni scorsi la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il Decreto di attuazione dell'articolo 62 del decreto legge 1/ 2012 relativo ai tempi di pagamento dei prodotti agricoli ed agroalimentari che , tra l'altro, stabilisce che ai fini del rispetto del comma 3 della legge che detta i termini di pagamento di 30 giorni per i prodotti deperibili e di 60 per gli altri alimenti, il venditore deve "emettere fattura separata per cessioni di prodotti assoggettate a termini di pagamento differenti".

Essendo sotto Natale, viene da pensare al povero operatore commerciale al quale un ufficio ordina un pacco dono di composizione standard : vini o champagne, cotechino, panettone, ed un oggetto qualunque.

Siamo di fronte a 4 diversi termini di pagamento e quindi occorrono 4 fatture per una confezione che magari costa 20 euro:

- Vini: si applica la legge n. 28 del 1999 pagamento a 60 giorni dalla consegna della merce
- Cotechino / Zampone : prodotto deteriorabile : pagamento a 30 giorni decorrenti dall'ultimo giorno del mese di ricevimento della fattura
- Panettone : prodotto non deteriorabile: pagamento a 60 giorni decorrenti dall'ultimo giorno del mese di ricevimento della fattura
- Oggetto : si applica il D.lgs 192/2012 : pagamento a 30 giorni dal ricevimento della fattura, salvo deroga

Anche prima vi erano per gli alimentari tempi di pagamento diversi, comunque derogabili, ma non esisteva l'obbligo di fatturazione separata.

Il colmo dell'ironia - commenta Pierpaolo Dall'Agnola, referente dei Sindacati di Categoria di Confcommercio Unione Venezia - si rinviene nel titolo della legge che contiene l'articolo 62: "disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture, la competitività, meglio conosciuto come decreto liberalizzazioni"! Benissimo ha fatto la Fipe-Confcommercio a rivolgersi direttamente alla Commissione Europea denunciando il contrasto dell'art. 62 con la normativa comunitari, in particolare con le Direttive 29.06.2000 n.35 e 16.02.2011 n.7, che disciplinano in sede sovranazionale la materia dei termini di pagamento, riconoscendo comunque sempre alle parti la possibilità di derogare negozialmente a tali termini.

05/12/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole