Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 26 Settembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

RES

 .
 

Con la RES, nuovo tributo su rifiuti e servizi, un'altra stangata per le imprese

"Se non vi saranno proroghe, dal 1 gennaio 2013 le imprese si troveranno faccia a faccia con una nuova mazzata di tributi" - dice Massimo Zanon Presidente di Confcommercio Unione Venezia - "infatti la nuova RES, che accorperà oltre alla vecchia TIA e TARSU altri tributi per servizi collettivi sarà molto più pesante dei tributi sostituiti".
Confcommercio-Imprese per l'Italia ha già evidenziato al Ministero dell'Ambiente la necessità di una proroga che consenta di apporre le necessarie correzioni alle modalità e alle aliquote per evitare l'indiscriminato aumento dei costi, con effetti che sarebbero davvero devastanti inun mmento difficilissimo per tutto il sistema economico.
"Già il passaggio, in alcuni Comuni in via sperimentale, dalla TARSU alla TIA, aveva evidenziato aumenti tariffari medi del 200%" - segnala Francesco Antonich, vicedirettore di Confcommercio Unione Venezia - "aumenti non generati dalla maggior quantità di rifiuti prodotti, ma solo dalla inadeguata determinazione dei coefficienti potenziali di produzione, come previsto dal DPR 158 del 1999. "
"Abbiamo chiesto la sospensione almeno per un anno del'entrata in vigore del nuovo tributo" - dice Zanon - "per intervenire a garanzia dell'equità tra le diverse categorie economiche e soprattutto per evitare distorsioni nella concorrenza tra imprese".
Gli interventi correttivi, secondo la proposta avanzata da Confcommercio, dovrebbero emergere a seguito del lavoro di un apposito tavolo tecnico da istituirsi presso il Ministero che coinvolga le principali associazioni di categoria. " Bisogna infatti rideterminare - conclude Antonich - i criteri per individuare il costo effettivo del servizio di gestione dei rifiuti e l'adeguata tariffa da applicare, nonché per definire la ripartizione della quota fissa e variabile tra componente domestica e non domestica".

03/12/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole