Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 28 Luglio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Commercio e servizi

 .
 

Commercio e servizi: fieri di essere costretti ad investire sul proprio territorio!

"Ne siamo fieri: mentre molte attività economiche, finita la convenienza, chiudono, licenziano ed aprono in un altro paese, le imprese del commercio al dettaglio, dei servizi alla persona e del turismo rimangono sul territorio" . Massimo Zanon, Presidente di Confcommercio Unione Venezia sottolinea il ruolo delle imprese del terziario che sono "Un vero presidio, economico, sociale e fisico del territorio" - aggiunge Danilo De Nardi, direttore della medesima Unione - "quasi costretto, si direbbe, ad investire risorse, fatte di lavoro, risparmi e creatività per lo più familiare, nelle città, nei paesi: valore aggiunto che le liberalizzazioni selvagge stano estirpando in nome di una concorrenza che spesso avvantaggia solo grandi capitali, imprese non italiane e dirotta risorse all'estero".
Ecco perché il terziario sente tutta la responsabilità e il diritto di dire la propria quando si tratta di progettare il futuro di questo territorio. "Non dimentichiamo che chi dice terziario dice anche e soprattutto persone, intelligenze, competenze e voglia di imparare" - aggiunge De Nardi - "e proprio sulla formazione e sulla capacità di dare competenze a chi, magari, ha concluso bruscamente una lunga esperienza lavorativo nel settore manifatturiero il sistema di Confcommercio si sta impegnando al massimo".
Si moltiplicano anche i ritorni, non di rado ad ossa rotte, di imprenditori che dopo un'esperienza all'estero, pensano che sia meglio ritornare in Italia. Del resto molte professionalità e manodopera specializzata da tutto il mondo, a seguito della massiccia immigrazione, c'è già, mentre costi della produzione e persino del lavoro, cominciano a salire anche nel'Europa dell'Est e persino in Asia.
Peccato che nei confronti del terziario, dal commercio urbano al turismo, a fronte dell'insostituibile ruolo di presidio del territorio e, per quanto possibile, persino dell'occupazione e della motivazione, vi siano state scelte politiche efficaci e degne di questo nome.
"Una lacuna che ci auguriamo" - conclude Massimo Zanon " se ha mietuto molte vittime del tanto decantato made in italy, ha reso più forte chi ce l'ha fatta e ha dato e continuerà a dare lavoro ai cittadini, anche acquisiti, di questa Repubblica che è fondata sul lavoro sul suo territorio".

19/11/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole