Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 17 Ottobre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

ALCOLICI E LUDOPATIE

 .
 

ALCOLICI E LUDOPATIE: NOVITA' DALLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL D.L.158/2012

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge n. 189/2012 di conversione del D.L. n. 158/2012, recante importanti novità per i pubblici esercizi in tema di bevande alcoliche e di contrasto alle ludopatie.

Innanzitutto, viene definitivamente introdotto il divieto di vendita di bevande alcoliche ai minori di 18 anni e viene sancito l'obbligo di richiesta da parte del venditore di un documento di identità, tranne che nel caso in cui la maggiore età sia manifesta. In caso di violazione della norma, è prevista una sanzione pecuniaria da 250 a 1.000 euro e, se il fatto è commesso più di una volta, la sanzione aumenta (da 500 a 2.000 euro) con la sospensione dell'attività per tre mesi. Per quanto riguarda la somministrazione, invece, rimane fermo quanto stabilito dall'art. 689, comma 1, del codice penale, che prevede il divieto di somministrazione di bevande alcoliche ai minori di anni 16 o ad infermi di mente. Le norme appena descritte sono già entrate in vigore dall'11 novembre 2012.

Per quanto riguarda, invece, il contrasto alle ludopatie, ad integrazione della norma che prevede l'applicazione sugli apparecchi "newslot" di formule di avvertimento sul rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincite in denaro, nonché le relative probabilità di vincita, viene stabilito che i gestori di sale da gioco e di esercizi in cui vi sia offerta di giochi pubblici, ovvero di scommesse su eventi sportivi, anche ippici, e non sportivi, sono tenuti a esporre, all'ingresso e all'interno dei locali, il materiale informativo predisposto dalle aziende sanitarie locali, diretto a evidenziare i rischi correlati al gioco e a segnalare la presenza sul territorio dei servizi di assistenza pubblici e del privato sociale dedicati alla cura e al reinserimento sociale delle persone con patologie correlate alla G.A.P. (Gioco d'azzardo patologico). Si ricorda che queste ultime disposizioni entreranno in vigore dal 1 gennaio 2013.

Questo il commento del referente dei Sindacati di Categoria di Confcommercio Unione Venezia Pierpaolo Dall'Agnola: "La raccomandazione che rivolgiamo a tutti gli esercenti è quella di attenersi scrupolosamente all'Obbligo di Legge, anche se il timore è che questa norma di contrasto alla ludopatia avrà la stessa efficacia degli avvertimenti di rischio salute a suo tempo apposti sui pacchetti di sigarette".

16/11/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole