Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 19 Novembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Iva e Irpef

 .
 

Confcommercio su Iva e Irpef: un errore il blocco parziale degli aumenti Iva

Dopo avere ripetutamente dichiarato che il primo obiettivo della spending review e della legge di stabilità sarebbe stato quello di evitare, a partire dal prossimo mese di luglio, l'aumento di due punti percentuali delle aliquote IVA, il Governo ha deciso di procedere alla riduzione di un solo punto dei programmati aumenti IVA e, contestualmente, di ridurre di un punto l'aliquota IRPEF sui primi due scaglioni di reddito.

Per Confcommercio-Imprese per l'Italia si tratta di un duplice errore di metodo e di merito: di metodo, perché gli obiettivi fondamentali dell'azione di politica economica del Governo, peraltro ribaditi anche in occasione del preliminare incontro con le parti sociali, non possono essere repentinamente rimessi in discussione; di merito, perché l'aumento dell'aliquota IVA del 10 per cento all'11 per cento e dell'aliquota Iva del 21 per cento al 22 per cento, in un contesto ancora pienamente recessivo e segnato dall'estrema debolezza della domanda interna, genererà effetti pesantissimi a carico dei consumi e degli investimenti, delle imprese e dell'occupazione. Effetti che non saranno neppure compensati dalle riduzioni IRPEF, posto che gli aumenti IVA incideranno maggiormente proprio sugli scaglioni di reddito più bassi, a partire dai soggetti fiscalmente incapienti. Va poi ricordato che l'inasprimento dell'aliquota IVA ridotta - dal 10 per cento all'11 per cento - penalizzerà molti prodotti alimentari, la competitività della nostra offerta turistica e l'intera area delle ristrutturazioni edilizie.
Insomma - conclude Confcommercio - siamo di fronte ad un intervento che non gioverà né alla crescita, né all'equità. Per questo, va rivisto.

11/10/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole