Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 23 Giugno 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Nuova legge sul commercio

 .
 

Nuova legge sul commercio: c'è buio in fondo al tunnel di luce...

La proposta di legge sul Commercio della Regione Veneto lascia perplessa la Confcommercio che conferma il suo timore sulle difficoltà di gestire in maniera davvero funzionale i cosiddetti interventi di rilevanza strategica.
"In una provincia come Venezia, ed è solo un esempio, già densa di strutture commerciali - si chiede Massimo Zanon che guida anche la Confcommercio provinciale - l'unico vero intervento di rilevanza strategica, ovvero un obiettivo da perseguire se non si vuole davvero compromettere per sempre il territorio ed il tessuto commerciale urbano, è quello di razionalizzare quello che c'è, dare la precedenza al consolidamento del tessuto commerciale in centro città e poi cercare di gestire quelle che saranno le possibili dismissioni a seguito della crisi: perché anche la grande distribuzione sta facendo i conti con il calo dei consumi".
Insomma non si riesce a comprendere come, di fronte alla saturazione e ai parametri che danno la concentrazione di grande distribuzione organizzata nel Veneto tra le più alte d'Italia, si possa pensare che vi potranno essere grandi strutture di potenziale rilevanza regionale.
"Inoltre - prosegue Zanon - rimane da chiarire cosa si intenda per necessità di un'apposita variante localizzativa: segno che in quell'area, dove si vuole far nascere una nuova grande struttura "d'interesse regionale", qualche vincolo e qualche remora a ragion veduta la pianificazione urbanistica l'aveva già da tempo individuata".
Vero che si parla di accordo di Programma, di conferenza di servizi con Provincia e Comuni interessati, ma queste non sono regole nuove: "Di nuovo, invece - aggiunge Zanon - c'è che la Regione rischia di sancire che se grande è bello, se piace alla regione è persino lecito".
E conclude preoccupato:: "Già, ma, seppur lecito, sarà davvero anche utile per lo sviluppo sostenibile e la qualità della vita dei veneti, dei cittadini intendo, i negozianti saranno già tutti chiusi? Confido sul fatto che Giunta e Consiglio Regionale, nella fase di approvazione, porgano rimedio".

03/10/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole