Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 21 Settembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

CESSIONE DI PRODOTTI AGRICOLI E ALIMENTARI

 .
 

CONTRATTI SCRITTI PER LA CESSIONE DI PRODOTTI AGRICOLI E ALIMENTARI

Fida illustra tutte le novità dell'art.62 D.L. 1/2012

L'art.62 del D.L. 24 gennaio 2012 n.1 ha introdotto una specifica disciplina - che entrerà in vigore dal prossimo 24 ottobre - relativa ai contratti della filiera agroalimentare tra operatori commerciali che ha ad oggetto la cessione di prodotti agricoli e alimentari (esclusa la vendita al consumatore finale).

FIDA - la Federazione italiana degli alimentaristi di Confcommercio - rende noto che, al fine di dare attuazione a tali disposizioni, è attualmente al vaglio del Consiglio di Stato una bozza di decreto ministeriale attuativo, che - se dovesse passare senza modifiche - comporterà per i commercianti del settore diverse novità.

Va premesso che le disposizioni introdotte dall'art. 62 hanno una finalità dichiarata condivisibile, ossia correggere gli squilibri delle relazioni commerciali in cui una parte (il piccolo commerciante o produttore) si trovi in posizione di evidente minor forza contrattuale rispetto alla controparte che si presume più forte (in genere, la Grande Distribuzione Organizzata).

"Ma nonostante la bontà di tali intenzioni - afferma Alessandro Da Re, rappresentante della Categoria Alimentare di Confcommercio Unione Venezia - il provvedimento rischia di appesantire e rendere troppo onerose le pratiche commerciali dei piccoli operatori, con eccessivi adempimenti amministrativi e la possibilità di aggravare ulteriormente i problemi di scarsa liquidità".

Infatti , sebbene il comma 2 dell'art.1 della bozza del decreto escluda dall'ambito di applicazione "le cessioni di prodotti agricoli e alimentari istantanee, con contestuale consegna e pagamento del prezzo pattuito", tuttavia per tutte le altre cessioni è previsto l'obbligo della stipula di un contratto in forma scritta (anche via e-mail o fax) che indichi la durata, la quantità, le caratteristiche del prodotto, il prezzo, le modalità di consegna e pagamento; quest'ultimo deve avvenire entro 30 gg. per i prodotti deteriorabili ed entro 60 gg. per quelli non deteriorabili.

"Tali prescrizioni - conclude Da Re - impongono modalità assai spesso estranee alle prassi commerciali in uso e non tengono in sufficiente considerazione l'esigenza di snellezza, informalità e celerità dei rapporti commerciali della filiera agroalimentare."

mimetype 2102.09.20 all. fida.pdf

20/09/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole