Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 22 Giugno 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

aggregato è meglio

 .
 

Piccolo è bello, ma aggregato è meglio

Continuano a giungere dati allarmanti sulla moria delle piccole imprese, in particolare quelle individuali e per lo più legate al commercio e ai servizi. Se da un lato la piccola e la media impresa - di qualsiasi settore - continua ad essere la leva economica del Paese, d'altro canto un malessere così diffuso fa emergere alcuni punti di debolezza che devono essere superati. "Da un lato non vi è dubbio che la liberalizzazione accelerata per decreto - prova a spiegare Francesco Antonich vicedirettore di Confcommercio Unione Venezia - non accompagnata da misure di accompagnamento ha prodotto effetti deleteri sulle imprese meno strutturate; da un lato però occorre riflettere sulla necessità che proprio le imprese più piccole possono sfruttare la loro dimensione per realizzare vere e proprie "squadre" in grado di scendere nel campo dell'economia globale". Insomma diciamolo, lo spirito di squadra non è stato proprio il nostro forte e quando pressione fiscale, burocrazia asfissiante e grossi competitor si sono fatti sentire, la reazione è stata per lo più difensiva. "Ma la soluzione c'è" - aggiunge Antonich - "e passa inevitabilmente per formule di aggregazione e di riposizionamento sui mercati locali, e non solo, formule che possono persino sfruttare la particolarità e il know how della piccola impresa ma che sa fare sistema con altre imprese simili ma complementari" .
Un esempio? " Le reti d'impresa - continua il vicedirettore di Confcommercio - sono una formula che, come si sta già sperimentando in alcune regioni - sta dando risultati interessanti anche nel mondo del commercio, dei servizi. Ma esempi interessanti sono anche le aggregazioni snelle di negozi che hanno realizzato veri centri commerciali "naturali".
Insomma reagire alla crisi si può e si deve tentare, ma bisogna farlo insieme. "Non vi è dubbio che il mondo delle associazioni di categoria può giocare un ruolo determinante di promozione, di proposta e di consulenza - dice Antonich - e di raccordo con le istituzioni locali". Insomma piccolo piace ancora, ed è bello, ma per affrontare il mercato del XXI secolo, aggregati è anche meglio.

19/09/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole