Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 21 Novembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

RISCHIO ALLUVIONE

 .
 

RISCHIO ALLUVIONE: COSA SI E' FATTO?

Lo scorso luglio Confcommercio Unione Venezia, su questa testata, aveva riproposto all'attenzione la necessità di fare il possibile, anche approfittando di un'estate particolarmente secca e torrida, per intervenire almeno con accurate pulizie e manutenzioni preventive la rete di scolo nelle nostre città, per contenere, se non evitare, i disastri che colpiscono con violenza e rapidità i nostri comuni.
Cosa si è fatto? In alcuni comuni, con i primi acquazzoni di settembre, abbiamo visto ancora cittadini e negozianti armarsi di pale e scope per sturare tombini, raccogliere fogliame accumulatosi da mesi, mentre molto spesso terriccio e fango hanno ostruito le bocche dei collettori.
Certo, la questione è ben più complessa e drammatica perché sono le infrastrutture stesse ad essere oramai insufficienti, data anche la cementificazione del suolo, in particolare nelle periferie, per non parlare della sparizione dei fossi che circondavano le nostre città. E già ci si sta preoccupando giustamente per Mestre: dobbiamo prepararci alla replica di scene già viste? Danni ingenti, risarcimenti...
"Ma quanto effettivamente si poteva fare" - si chiede allarmato Massimo Zanon, Presidente di Confcommercio Unione Venezia che da Portogruaro ha appena assistito al nubifragio che si è abbattuto sul veneto Orientale" - per contenere almeno questi disastri che mettono in ginocchio la città, residenti e quello che resta delle attività economiche del terziario e indeboliscono ulteriormente la già fragile realtà ed immagine del nostro centro città?"
E aggiunge "Le soluzioni di ingegneria idraulica ci sono ma... si rinvia ." E conclude ricordando proprio il disastro di Mestre del 2007 e del 2009". "La ricostruzione rimane sulle spalle di cittadini e operatori economici...Poco male, tanto in dieci minuti si va al centro commerciale fuori porta: lì non s'allaga (quasi) mai"!
Sempre che la tua auto non sia andata sotto un metro d'acqua, come alcune Porsche, Mercedes e BMW negli anni scorsi, e anche qualche cucina e camera da letto di anziani o giovani coppie di spose indebitate...: chi glielo va a dire che con poco si possono ricomprare l'arredamento fai da te al grande centro commerciale?".

17/09/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole