Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 27 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Periferie dei poli commerciali

 .
 

Le città? Periferie dei poli commerciali

Le città stanno sempre più diventando periferie dei grandi centri commerciali e degli spazi polifunzionali che si sono costruiti intorno. Un fenomeno che rischia di essere oramai irreversibile e di penalizzare definitivamente il recupero ed il rilancio dei centri urbani, senza distinzione, per i centri, storici o moderni. Quanto accaduto a Mestre e a Vicenza nelle ultime ore potrebbe accadere benissimo anche al centro di Venezia, o in un'altra città, grande o piccola, del Veneto o d'Italia.
"Fati criminosi" che un tempo accadevano solo nelle grandi città come o si vedevano nei telefilm americani - prova a spiegare Francesco Antonich, vicedirettore di Confocommercio Unione Venezia - erano fatti quotidiani di periferie degradate, degli slum, delle aree industriali dismesse e delle periferie degradate: ora la periferia è al centro del tessuto urbano, e di conseguenza violenze da branco, bullismo, criminalità generalizzata trovano il loro naturale habitat". Del resto i dati sull'abbandono della residenza nei quartieri centrali sono davvero preoccupanti, ai quali va aggiunto il buio delle serrande abbassate dei negozi dismessi. "Qualche bar e qualche negozio con coraggio e devozione, sfidando le leggi dell'economia, e soprattutto la sicurezza e l'incolumità di chi lo gestisce - aggiunge Francesco Antonich - provano a presidiare questo deserto dei Tartari, e per giunta si sentono, a volte, quando accade un atto criminale all'esterno, accusati di gestire la tana del branco".
E pone una domanda: "Dov'erano le amministrazioni locali quando, ritenuto "moderno" uno sviluppo del commercio della grande distribuzione organizzata fuori città, si sono dimenticate di consolidare e di favorire tutto il tessuto economico del commercio e dei servizi in centro città, prima di consentire la realizzazione di un parco commerciale fuori porta?"
Sino a pochi anni fa non c'era né la Direttiva Bolkestein, né la concorrenza per decreto: ma c'erano ancora abitanti e clienti in centro città, c'erano cittadini ed un'economia. E la responsabilità penale, per chi commetteva violenza per strada era ancora considerata personale e non era creduta un illecito colposo di un esercente che, per caso, aveva il locale in quella sfortunata via.

12/09/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole