Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 27 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

TASSE E CRESCITA

 .
 

TASSE E CRESCITA: IERI A ROMA IL CONVEGNO CONFCOMMERCIO

Ieri 19 luglio a Roma, presso la sede nazionale di Confcommercio in Piazza Belli, si è svolto il convegno "Liberare l'economia: meno tasse più crescita". In apertura, il direttore dell'Ufficio Studi Confcommercio, Mariano Bella, ha presentato un rapporto sulle determinanti dell'economia sommersa. Sono succeduti gli interventi del presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, del direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera e del sottosegretario al ministero dell'Economia e delle Finanze, Vieri Ceriani, ed una tavola rotonda con la partecipazione di Mario Baldassarri, Presidente della Commissione Finanze e Tesoro del Senato, Raffaele Bonanni, Segretario Generale della Cisl, Alberto Fluvi, componente della Commissione Finanze della Camera dei Deputati e Gaetano Quagliariello, Vice Presidente del Gruppo Pdl in Senato.

Per battere la recessione e riprendere a crescere, Confcommercio propone al Paese una terapia d'urto, ben illustrata il presidente Carlo Sangalli nel suo intervento. La proposta parte dal riconoscimento di un dato di fatto: per chi le tasse le paga, il livello di pressione fiscale ha raggiunto un livello prossimo al 55%, che "zavorra drasticamente investimenti e consumi" e che rischia di portare allo "schianto dell'Italia produttiva". E dunque bisogna diminuire le aliquote legali di prelievo fiscale attraverso meno e migliore spesa pubblica da una parte, e meno evasione ed elusione dall'altra, per "liberare" l'economia e sostenere la crescita.
Confcommercio auspica che, nel corso della discussione parlamentare del disegno di legge delega "per un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita", venga recuperata l'ipotesi dell'istituzione del cosiddetto "fondo" per il taglio delle tasse, alimentato da almeno una quota parte dei risultati della lotta all'evasione ed all'elusione. Sangalli ha poi sottolineato la necessità di semplificare il "barocco sistema fiscale", che richiede alle imprese di sopportare costi amministrativi diretti per circa 2,7 miliardi di euro l'anno per far fronte agli adempimenti, di puntare ad un processo di costituzionalizzazione dello Statuto del contribuente e di riordinare la fiscalità territoriale. Per Confcommercio, "alleggerire l'imposizione significa anche procedere con determinazione sul terreno della spending review: serve con urgenza una vera e propria 'chirurgia ricostruttiva' della spesa pubblica capace di incidere in profondità e con precisione".
A questo proposito Sangalli ha definito "giusta" la direzione di marcia del recente decreto in materia, anche perché le economie di spesa che ne derivano consentono di rinviare al luglio 2013 eventuali, ulteriori aumenti delle aliquote Iva. Ma l'ipotesi va accantonata del tutto "agendo sia sul riordino della spesa sociale, sia sui regimi di esenzione, esclusione e favore fiscale", perché gli aumenti Iva, tra il 2011 ed il 2014, rischiano di tradursi in minori consumi reali per circa 38 miliardi di euro.
Il presidente di Confcommercio ha quindi evidenziato la necessità di "un impegno determinato per battere in breccia le patologie dell'evasione e dell'elusione fiscale... Ma, con altrettanta nettezza respingiamo la suggestione strisciante dei commercianti, dei lavoratori autonomi, dei piccoli imprenditori tutti evasori e soltanto loro evasori".

19/07/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole