Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 28 Luglio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

CONCORRENZA

 .
 

LIBERA CONCORRENZA IN LIBERO MERCATO

"Ben, i gà fato ben": conciso ma chiarissimo il parere degli ambulanti del mercato di Jesolo Paese, che venerdì scorso hanno accolto con favore l'arrivo delle Fiamme Gialle che hanno incentrato la propria attività ispettiva sui banchetti gestiti da extracomunitari nell'ambito del mercato settimanale. "Non è una questione di razzismo: le regole vanno rispettate da tutti, fine della storia. Non crediate che per gli italiani in tempo di crisi sia facile attenersi ai dettami normativi; eppure, ci adeguiamo, non senza sacrifici ma con orgoglio. Anzi, il nostro auspicio è che le irregolarità e le infrazioni siano sanzionate in modo sempre più attento, nell'interesse della collettività ed anche di noi operatori che siamo abituati ad agire alla luce del sole". Effettivamente erano stati gli stessi ambulanti a sollecitare i controlli, stanchi delle segnalazioni di illeciti che inevitabilmente finiscono per arrecare danno a tutta la categoria.
Questo il commento di Danilo De Nardi, Direttore Confcommercio Unione Venezia: "La concorrenza può dirsi leale quando si fonda su regole che, per quanto difficili da rispettare, sono condivise da tutti. Confcommercio è sempre dalla parte della legalità, certe scorciatoie non sono condivisibili e di sicuro non rendono giustizia alla categoria degli operatori del commercio - in sede fissa o mobile che siano - che al contrario tanto contribuiscono al benessere collettivo in termini di ordine pubblico e servizio alla cittadinanza".
De Nardi conclude con una considerazione: "E' certamente giusto che nel periodo estivo i controlli vengano incentrati sulle spiagge, che sempre più sono prese di mira da venditori abusivi che propongono oggettistica varia, ma anche trattamenti per il corpo e, recentemente, cibo e bevande. E' altrettanto doveroso, tuttavia, non abbassare la guardia nell'immediato entroterra, dove per ogni furbetto ci sono cento commercianti che lavorano con impegno e dedizione, ma soprattutto nella piena osservanza dei dettami normativi".

17/07/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole