Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 24 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Associazione commercianti cinesi

 .
 

Associazione commercianti cinesi: come cambia il volto delle categorie

La notizia che a Padova è nata la prima associazione di imprenditori del commercio di origine cinese non è più un segnale ma un dato di fatto di come è evoluto il tessuto economico, in particolare del terziario, del commercio e dei servizi, nel nostro paese e nelle nostre città.
"Gli obiettivi che si sono posti i fondatori - ha commentato a caldo Massimo Zanon Presidente di Confcommercio Unione Venezia - sono proprio quelli storici dell'associazionismo imprenditoriale italiano: auguriamo ai nostri colleghi cinesi, tra i quali molti già formalmente divenuti nostri concittadini a tutti gli effetti, di perseguire quegli obiettivi di integrazione e di stimolo dell'economia che una sana imprenditoria sa compiere". Certo colpisce il fatto che sia sorta una associazione di "di bandiera" se così si può dire. " Anche questo è un dato indicativo - prosegue Zanon, che è anche a capo della Confcommercio regionale - perché significa che ci so0no ancora molti servizi e consulenze specifiche che il nostro mondo associativo più tradizionale e nostrano deve saper offrire ai sempre più numerosi imprenditori che vengono dall'estero".
Di necessità di saper integrare, offrendo formazione adeguata e servizi di consulenza specifica parla anche Francesco Antonich, Vicedirettore di Confcommercio Unione Venezia e attento alle conseguenze della globalizzazione sul nostro territorio: "La formazione è indispensabile per far comprendere meglio le norme italiane, già complesse e spesso contraddittorie per gli stessi italiani! Ma occorre anche un percorso di accompagnamento perché gli imprenditori stranieri possano parlare e comprendere sempre meglio la nostra lingua". Ma ll'integrazione, seppur nel medio e lungo periodo potrebbe essere anche lo stimolo per una semplificazione della burocrazia: "La complessità e la farraginosità di molti adempimenti amministrativi dovrà lasciare il posto a pratiche semplici e chiare, altrimenti il rischio elevato è quello dell'elusione e della violazione sistematica di norme che non si comprendono e non si riesce ad applicare".
L'integrazione comunque è già in atto in seno alle associazioni di categoria: "Gli associati di origine cinese, magrebina o cingalese, o ancora di alcuni paesi africani sono oramai la normalità e spesso costituiscono piccole comunità in seno alle assemblee delle categorie - ricorda Antonich - e il clima è tutt'altro che conflittuale, anche se non mancano alcuni problemi. Ma le associazioni di categoria, come Confcommercio, costituiscono un punto fondamentale di riferimento e spesso la porta principale, e non di servizio e clandestina, per molti immigrati che scelgono di rifarsi una vita, da imprenditore, qui nel Veneto."

11/06/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole