Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 23 Agosto 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Il sisma e il turismo

 .
 

Il sisma e il turismo... euro solidale

Qual è l'immagine che il nostro Paese sta dando all'estero in questo momento così difficile? Le disdette presso gli alberghi delle località italiane che si susseguono come le scosse sembrano francamente avere un epicentro ben più instabile, poco identificabile e sicuramente più profondo dello sciame sismico che sta mettendo a dura prova - appunto, a dura prova, non radendo al suolo completamente - mezza pianura padana, danneggiando molti edifici storici e rurali, ma anche alcune infrastrutture industriali sulle quali opportunamente e non solo d'ufficio sarà bene fare chiarezza, se non altro per non compiere eventuali errori, se ve ne sono stati, in sede di ricostruzione.
"In realtà non è certo solo questo terremoto a provocare questa fuga che i nostri operatori sentono come una sorta di diserzione" - cerca di spiegare Francesco Antonich, Vicedirettore di Confcommercio Unione Venezia che aggiunge " chissà mai se i nostri dirimpettai d'oltralpe schizzinosi sanno che molti dei senza tetto saranno ospitati proprio nei lidi ferraresi forse anche tra Bibione e Chioggia, che già conoscono come clienti affezionati! No, è la convinzione che in Italia ogni cosa sia sempre più tragica e devastante."
E aggiunge "Questo significa che non basta più promuovere il Bel Paese, ma il Buon Paese, sicuro, energico, e che il mare azzurro, i laghi, l'ospitalità italiana non bastano più".
Si teme che gran parte dei turisti che mancheranno sulle nostre spiagge andranno in Grecia, in Turchia, a Malta. "Tutti paesi - ricorda Antonich - dove il terremoto ètra l'atro, di casa; ma dove la competitività delle strutture ricettive, il rapporto qualità prezzo in questi casi, complice la crisi, fanno la differenza strategica".
C'è inoltre da dire che a pensarla male si rischia, senza volerlo, di non sbagliare "Ad essere davvero maligni, sembra quasi che i tedeschi & Co. vogliano approfittare per dare una mano al loro maggior debitore, la Grecia, scegliendola come meta delle prossime vacanze: in tempi di magra, tutto fa... E E poi ci si lamenta che in Europa non c'è euro solidarietà!".

08/06/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole