Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 26 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Economia reale

 .
 

La nostra economia reale? Sono i giovani! Le famiglie investano su di loro!

Basta rimanere ipnotizzati dai dati dello spread tra buoni del tesoro e bund tedeschi al diavolo il rating delle società americane che hanno dato credito a chi ha affossato l'economia mondiale, lasciamo la borsa a chi ha i soldi per giocare: il vero sano investimento è sui nostri giovani, dobbiamo diventare azionisti delle loro aspirazioni, soci delle loro imprese: sono i giovani il vero patrimonio sul quale investire, l'economia reale, concreta che darà un futuro al nostro Paese.
E' la sana provocazione emersa in occasione di un vivace dibattito televisivo tra il decano degli imprenditori veneziani del terziario, l'ultraottantenne Livio Chiarot, il giovanissimo e già affermato imprenditore della grafica & comunicazione Andrea Argenton, 28 anni di Portogruaro e il Vicedirettore di Confcommercio Unione Venezia, Francesco Antonich: "L'impresa non ha età, come i valori forti che hanno fatto grande questo Paese e ne hanno consentito la rinascita dopo la tragedia della guerra" - ha ricordato Chiarot, reduce da un giubileo come imprenditore storico del veneziano - " valori forti come la solidarietà tra le generazioni che dobbiamo rimettere in campo per ridare fiducia all'Italia, a partire dai nostri giovani".
"Ringrazio la mia famiglia - ha detto Argenton raccontando come, lasciato un posto fisso, sicuro e un buon stipendio da dipendente, si è messo in proprio - che ha voluto davvero darmi credito ed investire su di me, ancor prima che aiutarmi, consentendomi di superare i costi esorbitanti da sopportare nei primi momenti della mia attività. Poi il lavoro sodo, le prime importanti commesse: famiglia e clienti mi hanno dato credito... i soli, ed ora posso dire di essere un imprenditore, sempre di corsa, ma soddisfatto delle mie scelte".
"Non è una storia edificante e basta - precisa Francesco Antonich, che da vicedirettore di Confcommercio Unione Venezia ne ha viste di storie di imprese - è una sfida di un giovane ma anche la dimostrazione che i nostri cittadini e le nostre famiglie anziché affidare tutti i risparmi ad un oscuro fondo di investimento straniero, ad una finanziaria multinazionale senza volto e senza sede, possono rivolgere la loro attenzione anche alla voglia di impresa dei propri figli e dei loro amici che vogliono avviare un'impresa: un'economia più reale, più concreta e sott'occhio di così..!"

05/06/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole