Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 26 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Occupazione

 .
 

Occupazione: se solo ci lasciassero... far lavorare bene

Chi l'ha detto che nel commercio, nei pubblici esercizi il lavoro dietro al bancone è di serie B e per giunta non costa?
Lo sanno bene i negozianti che ogni giorno alzano la serranda e i loro collaboratori che il servizio che si deve rendere alla clientela deve essere di elevata qualità, professionale e morale, che solo un lavoratore fidelizzato ed esperto, e quindi a tempo indeterminato e adeguatamente formato può dare.
Per non parlare di quei pubblici esercizi che spesso, aperti quasi per improvvisazione, si vedono costretti a chiudere dopo poco tempo.
"Un sondaggio di un anno fa, quindi alla vigilia della fase più acuta della crisi" - spiega Massimo Zanon, Presidente di Confcommercio Unione Venezia - , indicava che su 800 aziende venete, il 60% delle aziende, qualora ne avesse avuto bisogno, avrebbe assunto personale a tempo indeterminato. " E aggiunge, allarmato "La nostra è una vendita di qualità e di relazione con il cliente, basata su professionalità e competenza. Professionalità e competenza distrutte dalle aperture selvagge che, il più delle volte, riguardano invece vendite per niente specializzate".
Considerazioni che hanno animato, qualche giorno fa, l'incontro della Confcommercio regionale con il Presidente confederale Carlo Sangalli.
Per le imprese del terziario, proprio perché in gran parte microimprese basate sulla famiglia e sula sua tradizione di solidarietà e mutualità, il lavoro assume un valore speciale, che rispecchia in modo concreto il principio costituzionalmente sancito che l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro.
"E' opportuno - continua Zanon - ricordare qui quanto ammoniva un maestro del nostro territorio, recentemente creato beato, il trevigiano Giuseppe Toniolo, economista, che affermava che una società e un'economia che funziona non può far meno di questi principi fondamentali: il prevalere dell'etica, il riposo festivo, la limitazione delle ore lavorative,
la difesa della piccola proprietà, la tutela del lavoro delle donne e dei ragazzi.
Una considerazione modernissima perché centrata sull'uomo e sulla famiglia, certo più moderna di quanto si ritenga una qual certa forma di distribuzione che si dichiara d'essere tale solo per il volume d'affari e il potere che ha di condizionare mercato e consumatori.

04/06/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole