Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 18 Novembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Turismo sociale

 .
 

Turismo sociale ed associato: in tempo di crisi una leva da considerare

A torto viene considerato un turismo "minore"e invece il Turismo sociale e associato (TSA) quello per intenderci che si avvale dei circuiti dei Cral aziendali, delle parrocchie e organizzazioni religiose, delle scuole, dei circoli culturali e sportivi e del Comune di residenza, sta conoscendo una crescita (+9,6% nel 2011) che è in netta controtendenza rispetto alla crisi più generale del settore turismo (- 2,6% nel 2011).
Non solo: il volume d'affari stimato del TSA è stato lo scorso anno di 1,4 miliardi di euro per un numero di 2,3 milioni di vacanze. La spesa media è stata di 584 euro.
E' quanto emerge da uno studio dell'Isnart (Istituto Nazionale di Ricerche Turistiche), presentato recentemente a Viterbo in occasione di un convegno dedicato ai "Buoni vacanza".
"Non c'è dubbio che in u momento di grave crisi - spiega Angelo Faloppa, componente della Giunta di Confcommercio Unione Venezia, albergatore ed esperto di turismo - il dato più che confortante di questa nicchia merita attenzione da parte degli operatori del settore". E aggiunge: "Le aspettative per la stagione appena iniziata non sono rosee, è quindi necessario essere pronti ad attrarre anche, attraverso gli operatori di riferimento, anche questi ospiti, soprattutto per farli viaggiare nelle nostre località, e non farli andare all'estero".
Inoltre, sempre secondo lo studio ISNART, il TSA incide in misura crescente sulla possibilità, sempre cara al mondo della ricettività, di destagionalizzare i flussi turistici. E' vero che i soggiorni si concentrano in estate ( 40% tra giugno e agosto),ma grazie al TSA la stagione viene anticipata con il 13% delle vacanze in aprile con e l'11,3% a maggio.
Chi organizza questi viaggi? associazioni culturali (21% dei viaggi) e religiose (20,4%) , parrocchie (18%) e scuole (15,6%).
"Un cliente interessante anche per quanto lascia sul territorio - conclude Faloppa commentando i dati ISNART sulla capacità reddituale del turista TSA", visto che il reddito mensile di questo ospite, per il 29,8% è compreso fra i 775 e i 1550 euro, nel 29,8% tra 1550 e i 2840 euro e il 23,3% oltre quest'ultima somma"

04/06/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole