Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 30 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

FONDI

 .
 

Fondi: l'innovazione non distragga l'attenzione dalle reali priorità delle imprese

Risorse scarse, anzi praticamente già esaurite, ma colpisce il fatto che, anche nel nostro territorio, si stia dedicando quel che c'è ad interventi di innovazione, salvo poi scoprire che questi interventi non ci sono o sono molto contenuti, quando persino i fondi non sembrano uscire da l cilindro per i soliti noti. L'innovazione è sicuramente un imperativo categorico, ma non deve essere un alibi per non erogare risorse al sistema che, mai come in questi mesi, ancor prima che innovare deve sopravvivere. Così sembra che la microimpresa, soprattutto quella di servizio o artigianale, non meriti attenzione perché non innova.
"Vi sono molti fondi, anche regionali o camerali, non utilizzati o utilizzati parzialmente, perché destinati esclusivamente solo a progetti ritenuti molto innovativi - spiega Massimo Zanon Presidente di Confcommercio Unione Venezia e d anche di Fidimpresa Venezia - evidentemente le imprese, in questo momento hanno ben altre emergenze per la testa e forse bisognerebbe disincagliare il sistema dalla crisi per poterlo poi motivare a fare innovazione". Sulla necessità di rendere più flessibili, in questo momento di crisi si esprime anche il Vicedirettore di Confcommercio Unione Venezia Francesco Antonich "Diciamo che c'è un'offerta di risorse per l'innovazione eccessiva rispetto alla domanda reale, mentre si sta distogliendo l'attenzione su intere filiere del terziario urbano e di servizio alla collettività che sarebbero più urgenti. Anche un sistema economico può essere saturo di innovazione se in un determinato momento non la sa utilizzare e comprendere. E questo, purtroppo è un momento dove l'economia va rianimata per sopravvivere non performata per vincere il record alle Olimpiadi"
"E' giusto aspirare ad andare sulla luna - semplifica Massimo Zanon - come si diceva una volta, ma è pur sempre sulla terra che abitualmente si vive: bisogna consentire soprattutto alle piccole imprese di respirare e di ritrovare la speranza di un mercato, c'è urgenza di liquidità a breve termine anche solo per pagare lo stipendio dei propri dipendenti, per tranquillizzare fornitori, soddisfare i clienti." Ma non si tratta di miopia imprenditoriale: "Il Veneto - conclude Zanon - è sempre stato all'avanguardia in tecnologia, organizzazione e flessibilità, ma anche saggio nel capire quali sono le priorità di intervento: ci auguriamo che lo siano anche coloro che gestiscono le risorse pubbliche regionali e locali destinate alle imprese".

21/06/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole