Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 26 Maggio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

BOLKESTEIN E AMBULANTI

 .
 

BOLKESTEIN E AMBULANTI: SIAMO ALLA STRETTA FINALE

Magliocco: decisive le prossime due settimane per il futuro del commercio su aree pubbliche

Lo scorso 12 giugno la FIVA Confcommercio, insieme ad Anva e ai rappresentanti delle Regioni e dell'Anci, ha incontrato il Sottosegretario De Vincenti ed i funzionari del Ministero dello Sviluppo Economico per verificare lo stato d'avanzamento della bozza d'intesa Stato-Regioni sull'art.70, comma 5, del Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n59., ovvero le conseguenze "liberalizzatrici" della direttiva Bolkestein sugli ambulanti.
L'incontro si era reso necessario a seguito della nota inviata lo scorso 14 maggio dal Dipartimento Politiche Comunitarie del Governo, che rilevava alcuni aspetti dell'intesa suscettibili di infrazione alle norme comunitarie.

La FIVA ha ribadito con fermezza la propria posizione sulla necessità di tutelare il patrimonio del commercio su aree pubbliche e - confortata in ciò da Anva, Regioni e Anci - ha proposto la maggiore professionalità desumibile dall'anzianità di esercizio sul posteggio quale criterio da adottare (insieme a quello del rispetto della vivibilità dei centri storici e della regolarità contributiva) nelle future procedure di rinnovo autorizzazioni. Allo stesso modo è stata richiesta una proroga delle concessioni in essere, al fine di consentire un migliore approccio ai nuovi criteri.
Dal tavolo è emersa dunque una comune condivisione dei temi e delle soluzioni proposte, che ora andranno portate in Conferenza Unificata Stato-Regioni per la chiusura della "partita" entro fine giugno.

Il Presidente di FIVA Venezia Roberto Magliocco sottolinea che siamo ormai giunti alla stretta finale: "se passa l'impostazione di Fiva, i cittadini potranno continuare a godere dei nostri mercati, da difendere e promuovere, in quanto rimasti purtroppo uno degli ultimi presidii di commercio e vitalità sociale all'interno dei centri delle nostre città."
"Se questa impostazione non dovesse passare e i posteggi andassero assegnati a chicchessia - conclude Magliocco - potremmo rischiare di veder "acquistate in blocco" intere aree mercatali dalla Grande Distribuzione o da danarosi imprenditori extracomunitari, con tutte le conseguenze negative che questo comporterebbe in termini di qualità dei prodotti offerti e del servizio alla clientela."

15/06/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole