Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 25 Settembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Elezioni

 .
 

Elezioni 

I risultati delle elezioni hanno reso evidente la crisi nella quale versano i partiti tradizionali, che hanno visto diminuire drasticamente i propri consensi a fronte di un aumento generalizzato dell'astensionismo e del voto di protesta.

Assistiamo preoccupati a questa fase storica incerta, che trova un'ulteriore espressione nell'attuale scompaginazione della politica. Preoccupati: ma non certo inermi e passivi. Ancor più sentiamo vivo il nostro ruolo di fondamentale intermediazione tra Istituzioni ed imprese, nel momento in cui la tendenza generalizzata sembra essere quella di sottrarsi alle responsabilità, lasciando prevalere le voci di rimostranza e dissenso.

Proprio ora, e con forza, come Associazione di categoria che è la più grande rappresentanza d'imprese d'Italia, ci sentiamo investiti del dovere di costituire un punto di riferimento per le imprese del terziario della regione che, disorientate dalla destrutturazione della politica alla quale stiamo assistendo, cercano in noi le risposte che altrove stentano ad ottenere. Di questa responsabilità ci facciamo carico con consapevolezza, investendo sul naturale confronto che abbiamo con le Istituzioni, affinché nella nostra Italia non vengano deluse le aspettative di ricomporre quei necessari equilibri che oggi nei partiti appaiono disgregati.

Troppe le persone che da tempo eccessivo permangono ad occupare posizioni determinate: cambiare casacca non basterà a modificare lo stato delle cose. La consapevolezza che il mutamento di direzione che deve avvenire è di respiro nazionale, ci induce a chiedere da parte governativa interventi concreti, chiari e veloci, ad esigere risposte che lascino intravedere un progetto strutturato per la ripresa.

Le asserzioni della politica non convincono più. La vera opportunità di sviluppo del Paese può essere rintracciata solo nel valore delle imprese, quelle imprese tanto spesso agli onori delle cronache per episodi negativi, ma raramente riconosciute come portatrici sane di benessere, floridezza, lavoro. Sono le nostre aziende, quelle del nostro territorio, che muovono l'economia e ci lasciano intravedere una via di fuga: non è possibile che una realtà tanto preziosa venga additata un giorno come il principale male d'Italia ed il giorno dopo come la sua unica speranza.

La grande paura per le aziende oggi è costituita dagli indugi e dagli attendismi dell'immobilismo istituzionale, che perdurano nonostante i costi della burocrazia continuino ad aumentare, a dismisura e senza sosta. Se noi dovremo essere gli interpreti di queste istanze imprenditoriali nei confronti delle Amministrazioni, ben venga, il ruolo ci è proprio e tradizionalmente familiare. Ma non esiteremo a renderci garanti di fronte alle imprese, ed in specie di fronte alle piccole e medie imprese del Veneto, anche della reale esigenza di cambiamento alla quale, sinora, le debolezze e le destrutturazioni della politica non hanno dato risposta alcuna.

Massimo Zanon
Presidente Confcommercio Veneto

mimetype Articolo 9 Maggio 2012 - Corriere del Veneto.pdf

09/05/2012


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole