Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 19 Ottobre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

FIVA

 .
 

FIVA

POSITIVO IL SI DELLA CONFERENZA DELLE REGIONI AL RINNOVO DELLE CONCESSIONI PER ANZIANITA'

Nel corso della riunione di giovedì 7 luglio u.s. la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato, fra gli altri punti all'ordine del giorno, la proposta di documento sul commercio su aree pubbliche in attuazione dell'articolo 70 comma 5 del D.Lgs. 59/2010 secondo la stesura già esaminata dalla Commissione di coordinamento tecnico del 15 giugno scorso.

Detto documento muove da alcune considerazioni preliminari riguardanti l'importanza del commercio ambulante e su aree pubbliche sotto il profilo del servizio ai consumatori, della realtà imprenditoriale e occupazionale, dell'importanza storica dei mercati come fattore di identità territoriale e infine dell'attività di servizio svolta nelle aree svantaggiate.

Il documento richiama poi il parere delle Commissioni Parlamentari espresso in sede di esame dello schema di decreto e sottolinea come esso sia stato completa,mente negletto.

Infine il documento osserva che la deroga di cui all'articolo 70 comma 5 manifesta un indirizzo complessivo di orientamento a mantenere l'attuale sistema di rinnovo delle concessioni.

Il documento chiede pertanto al Governo di
- voler intervenire al fine di definire che la nozione di risorse non sia applicabile ai posteggi utilizzati per l'esercizio del commercio su aree pubbliche e dunque di definire che le relative concessioni non rientrino fra i casi ci cui al comma 4 dell'articolo 16 del Decreto in oggetto ;
- (in subordine) di modificare il comma 5 dell'articolo 70 del Decreto, per introdurvi il principio del criterio prioritario della professionalità desumibile in primo luogo dalla maggiore anzianità del titolo autorizzatorio.

La Conferenza delle Regioni propone poi di
- portare la durata delle concessioni a 12 anni ;
- adottare una disposizione transitoria per il rinnovo automatico di tutte le concessioni in essere alla data di entrata in vigore dei nuovi criteri per 12 anni indipendentemente dalla loro scadenza originaria.

Le Regioni hanno dunque adottato, in vista del confronto con il Governo, una linea che sposa in pieno le rivendicazioni della categoria e della Federazione che annota con soddisfazione come le sue posizioni e i suoi interventi trovino larga eco nel documento della Conferenza. Adesso la partita si trasferisce sul tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico per concretizzarsi attraverso l'intesa Stato-Regioni prevista dal Decreto Legislativo.

Il Presidente Errico, nell'accogliere con soddisfazione la notizia e nel ringraziare le Regioni per la loro sensibilità a recepire le istanze delle imprese di commercio su aree pubbliche, ha sottolineato che si tratta di un "passo decisivo e fondamentale" per la soluzione di vicenda che assilla la categoria ormai da più di un anno e che, peraltro si è in presenza di un atto ufficiale avente ricadute legislative che si aggiunge a tutte le prese di posizione già manifestate dalle Regioni stesse. "E' un atto che ci dà forza - ha concluso Errico - in vista delle prossime scadenze ed è la migliore dimostrazione di quanto paga il lavoro sindacale."

20/07/2011


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole