Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 22 Maggio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Distretti turistici

 .
 

Distretti turistici

Cosa sono?

Con la recente legge 12 luglio 2011, n.106, è stato definitivamente varato il cosiddetto pacchetto Sviluppo che ha apportato alcune novità in merito lla possibilità di sviluppare iniziative imprenditoriali tra più aziende.
In particolare sono state definitivamente disciplinate le cosiddette "reti d'impresa" , sono state definite le Zone a burocrazia zero" e, infine, vengono costituiti i cosiddetti "Distretti turistici" Ulteriori novità sono state introdotte anche per la nautica da diporto, mentre si sono rideterminate in modo restrittivo, a garanzia della completa liberalizzazione e maggio concorrenza, secondo i dettami della direttiva 123/2006 CE Bolkestein sui servizi, le procedure per le concessioni sul Demanio marittimo.
Infatti, sono state soppresse le disposizioni contenute nel testo originario del decreto relative all'istituzione di un diritto di superficie ventennale sul demanio marittimo. La materia delle concessioni demaniali ad uso turistico sarà oggetto di una revisione organica, presumibilmente all'interno del disegno di legge comunitaria attualmente all'esame della Camera.
Tornando ai Distretti turistici
Oltre al cambio di denominazione (nel decreto legge si parlava di distretti turistico-alberghieri) e ad alcune correzioni di carattere formale, si segnala che il compito di definirne i confini viene attribuito alle Regioni (e non più all'Agenzia del Demanio), d'intesa con il Ministero dell'Economia e delle Finanze.
I distretti turistici costituiscono "zone a burocrazia zero" ed in essi saranno attivati "sportelli unici" di coordinamento delle attività delle Agenzie fiscali e dell'INPS, chiamati a svolgere anche un ruolo di front-office per le imprese del distretto anche per altri procedimenti di competenza di amministrazioni statali. In sede di conversione è stato affermata la necessità di assicurare un reale coordinamento tra queste disposizioni e quelle già in essere relative, tra l'altro, alla Comunicazione Unica, al SUAP telematico o all'Agenzia per le Imprese, come richiesto dalla Confederazione.
Rimangono confermate le tipologie di agevolazioni amministrative, finanziarie e fiscali a favore delle imprese del distretto, come previste dal testo originario del decreto.
Costruzione delle opere pubbliche.

19/07/2011


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole