Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 26 Settembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Albergo Italia

 .
 

Albergo Italia, in flessione nel 2010

Nel 2010 gli alberghi italiani hanno fatto registrare 245,4 milioni di presenze, pari ad un -0,5% rispetto al 2009.
Il dato, elaborato dall'Osservatorio Turistico-Alberghiero di Federalberghi e realizzato su un campione di oltre 1.100 strutture, è stato diffuso nel corso della 61^ Assemblea Generale Ordinaria svoltasi a Firenze. Le presenze dei clienti italiani sono state 137,7 milioni (-1,5% rispetto al 2009), mentre quelle dei clienti stranieri sono state 107,7 milioni, con un aumento dello 0,8% nei confronti del 2009.
Rispetto al 2009 la domanda complessiva ha mostrato una perdita costante ogni mese, con l'eccezione di marzo (+1%) e di luglio (+3,1%). La domanda dei clienti italiani è aumentata solo nei mesi di aprile (+4,4%), luglio (+0,8%) ed ottobre (+3,5%), mentre nei rimanenti mesi ha perso, nel complesso, il 2,7%. Nel mese di maggio si è registrata la perdita maggiore dell'anno (-9,9%). Come già riscontrato negli anni passati, anche nel 2010 la domanda italiana è concentrata nel quadrimestre giugno-settembre con il 57,7% di tutto l'anno e con la punta massima ad agosto (21,1%). La domanda dei clienti stranieri è diminuita nei mesi di gennaio (-7,3%), febbraio (-2,4%), aprile (-5,6%), ottobre (-7,7%) e novembre (-3,4%), mentre a luglio si è registrato l'aumento maggiore (+6,7%). Questa domanda si è distribuita abbastanza equamente nell'arco del periodo aprile-ottobre con una somma di presenze pari al 76,6% dell'intero anno, con punte massime nei mesi di luglio (14,7%) e agosto (12,8%). Tra le tipologie turistiche solo quella delle località termali raggiunge un incremento nell'anno dell'1,9% (frutto di un +0,6% di italiani ed un +4% di stranieri), mentre tutte le altre fanno registrare cali: località montane (-2,7%, di cui italiani -2,6% e stranieri -2,8%), città d'affari (-1,4%, di cui -2,7% italiani e +2,6% stranieri)), località lacuali (-0,7%, di cui +2,3% italiani e -1,8% stranieri), città d'arte maggiore e minore (-0,6%, di cui -1,8% italiani e +0,1% stranieri), località marine (-0,1%, di cui -1% italiani e +2% stranieri). Quanto alla nazionalità di provenienza, nel periodo monitorato giugno-dicembre la componente proveniente dal Regno Unito ha fatto segnare un recupero del 14,4%, seguita dai giapponesi con +8,9%, dagli statunitensi con un +5,6% e dai tedeschi con un + 3,8%.
In calo i canadesi con un -6,2%, seguiti dai francesi con un -4,3%, dai belgi con un
-1,6% e dagli austriaci con un -1,2%.
L'ultimo dato riguarda il saldo della bilancia valutaria turistica, che sempre nel 2010 ha fatto segnare un calo dell'0,6% passando da 8,84 miliardi di euro del 2009 agli 8,79 miliardi dell'anno scorso.

21/03/2011


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole