Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 17 Novembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

VENEZIA COMUNE RURALE

 .
 

VENEZIA COMUNE RURALE

Non se ne può proprio più

Anche ammesso che uno si fosse alzato di buonumore la lettura dei quotidiani fa sprofondare nello sconforto.
Da un lato la Provincia di Venezia propone alla Regione di modificare i criteri per la individuazione dei comuni a prevalente economia turistica e delle città d'arte.
Come mai chiederete? Per consentire l'apertura domenicale dei negozi.
I Sindaci, non posso dire tutti ma buona parte sì, dei Comuni dove ci sono centri commerciali, a fronte delle richieste dei vari shopping centers di tenere aperto la domenica (in un caso, Mirano, anche dei commercianti del centro, ad onor del vero) si chiedevano: ma perché a Jesolo i negozi sono sempre aperti? E perché a Treviso? Il funzionario del Comune rispondeva perché Jesolo è comune turistico e Treviso città d'arte. Città d'arte? Ah si? Ma non abbiamo anche noi una villa, un capitello, resti romani, male che vada, il paesaggio? Dai! Chiediamolo alla Provincia...
E così la Provincia, in un colpo solo, propone di accontentare tutti ma proprio tutti, anche chi non ha nulla né di turistico né di artistico.
Todos Caballeros! Si, proprio cosi perché chi non ha nulla da far valere può comunque accordarsi con qualche comune vicino e ne acquisisce immediatamente tutte le prerogative.
Una scappatoia, un espediente, una interpretazione della realtà(!) per fare ciò che la legge non prevede! E pensare che già il 10 febbraio dell'anno scorso la Giunta Regionale aveva approvato un disegno di legge che, mediando le esigenze di tutti, risolveva, tra gli altri, anche il problema delle aperture domenicali!
Ancora un altro po' di questo passo e definiranno Venezia come comune rurale.
Dall'altro lato è l'assessore regionale al Turismo a proporre che tutti i comuni del Veneto siano considerati turistici! Oh, intendiamoci, la proposta è meno scandalosa di quel che potrebbe sembrare. Il Veneto è un unicum che questa definizione la reggerebbe proprio bene: noi saremmo anche d'accordo.
A due condizioni: che tale classificazione non incida sugli orari di apertura dei negozi e sulla applicazione della tassa di soggiorno. L'assessore invece, con estrema chiarezza, dice a tutti che lo scopo è proprio quello dell'applicazione della tassa di soggiorno contro la quale Marco Michielli, presidente di Confturismo Veneto (e vicepresidente di Confcommercio Veneto) si è giustamente scagliato fino a chiedere le dimissioni della ministra Brambilla.

di Danilo De Nardi

07/06/2011


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole