Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 23 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

LA LOBBY DEL FARE

 .
 

LA LOBBY DEL FARE

A proposito del convegno di lunedì mattina... lasciatemi dire tre parole ancora: territorio, urbanità, programmazione. Sì, perché quando si mobilitano 350 persone - e che persone, esponenti politici, economici, accademici di assoluto spicco nel panorama regionale - è normale che di cose se ne dicano tante e di tanta importanza. Ma di territorio, di urbanità e di programmazione Confcommercio Veneto voleva parlare.
La sensazione, all'indomani di un successo che a tutti è parso travolgente, è che sia stato un po' travisato il senso delle nostre posizioni. Noi siamo, e vogliamo essere considerati da tutti, la lobby del fare. E quello che vogliamo fare è rivitalizzare i nostri centri cittadini attraverso il rilancio del commercio all'interno dei centri urbani.
Non spetta a noi offrire ricette ma, visto che tanto si discute e poco si fa, una proposta l'abbiamo avanzata, precisa e concreta: permettere che per un decennio nuove attività possano fiorire solo all'interno delle città, perché è nelle città che i circuiti sociali, economici e culturali condivisi devono continuare a sopravvivere e moltiplicarsi. Tutto il resto, è artificio, finzione, non luogo. Tutto il resto, è contro la Città ed i suoi abitanti.
Il problema del decadimento, dello "sfiorire" di aree e quartieri cittadini si continuerà a porre finchè grandi strutture di vendita, piazzate in aree fino a poco prima agricole, realizzate in complessi edilizi spesso di non eccelsa qualità, prevaricheranno la distribuzione tradizionale provocando, sempre più, il progressivo impoverimento di città e paesi.
Una volta per tutte: Confcommercio non è contraria alla Grande Distribuzione Organizzata, ma alle "cittadelle artificiali" che si pongono quali improbabili alternative alla Città stessa.
Quello che vogliamo è il recupero del concetto di crescita armonica e contemporanea di commercio e città, non ha alcuna importanza se questo significa portare la Grande Distribuzione Organizzata all'interno dei centri cittadini. Tutto ciò sarà possibile solo riservando l'attività commerciale nelle aree da cui sono state dismesse le attività produttive a settori merceologici che nel contesto prettamente urbano non possono trovare collocazione (quali le concessionarie di autoveicoli civili ed industriali ed qualsiasi altra attività che abbia bisogno di grandi superfici per esposizione e vendita), lasciando una volta per tutte settori quali abbigliamento ed alimentare a portata i cittadini, laddove essi abitano, conducono la propria esistenza e, com'è naturale, effettuano i propri acquisti.
Se saremo capaci di riconvertire la grande distribuzione da elemento esterno alla quotidianità delle persone a magnete attorno al quale possono ricostituirsi socialità e circuiti economici condivisi, urbanità improbabili si tradurranno in urbanità possibili. In altri termini, solo riportando il commercio nel luogo che gli è proprio, ovvero all'interno delle Città, restituendolo ai cittadini che di esso e con esso vivono, avremo l'opportunità di rilanciare la nostra economia e di rivitalizzare le nostre bellissime città, ormai sempre più deserte. Alla faccia delle cittadelle artificiali!
Questo volevamo dire col nostro convegno, per questo Confcommercio Veneto continuerà a battersi. Per il resto, grazie davvero a tutti coloro che ci hanno fatto l'onore di intervenire.

Fernando Morando

25/09/2009


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole