Questo sito ´┐Ż stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi ´┐Ż il 19 Agosto 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

La qualità

 .
 

PREZZI E CHILOMETRI: MEZZE VERITA' E COLOSSALI BUGIE 

Siamo tutti bravi e buoni, tutti consapevoli che il momento è difficile, che bisogna andare incontro ai consumatori (non lo facessimo chiuderemmo un attimo dopo), alle loro esigenze ed al fatto che...ci sono sempre meno soldi in giro.
Brava, anzi bravissima, l'assessore regionale Donazzan che promuove incontri con le varie Organizzazioni di categoria per tenere bassi i prezzi; il "paniere veneto dei prezzi giustificati" è un esempio virtuoso e da seguire: senza se e senza ma.
Però, tanto per la cronaca, succede anche dell'altro: del faceto e del serio.
Adesso si impegnano sul fronte dei prezzi tutti, proprio tutti, anche chi ha poco da vendere; per carità, tutto aiuta ma che chi meno ha da vendere più si faccia vedere di manica larga è ...marketing? Forse. Presa per i fondelli? Più probabile.

La cosa seria è che chi ha messo in vendita prodotti di alcune marche (parliamo di abbigliamento) a prezzi inferiori al listino suggerito dalla casa fornitrice si è visto tempestivamente invitato ad adeguarsi altrimenti i nostri prodotti d'ora in poi te li scordi!
Non è per fare il solito pianto però, nella catena della distribuzione, da tanto tempo, è il commerciante l'anello debole.

Riesce invece a mettermi di buonumore la lettura della rassegna stampa del 15 novembre. Gente Veneta, il settimanale della cura veneziana, ha effettuato una bella, seria e rigorosa indagine sui cosiddetti Famer's market (cioè il contadino che vende al mercato i suoi prodotti). Non avremmo saputo far di meglio per: a) svelare l'imbroglio che vi si cela dietro; b) illustrare le conseguenze finali sul consumatore, a breve ed a lungo periodo. Sarebbe bene che chi li ha autorizzati ne traesse le conseguenze.

Continuare nella rassegna stampa mi rimette di pessimo umore. "Chilometri zero, qualità nella ristorazione" titola il Gazzettino per dire che alcuni ristoranti hanno aderito ad una iniziativa per la valorizzazione dei prodotti dell'agricoltura e della pesca locali.
Ottima idea ed ottima iniziativa. La
compagnia è però sempre quella dei farmer's market o, se preferite, degli agriturismo.
Ora, intendiamoci, non ho nulla contro gli agricoltori. Ne ho parecchi tra gli amici e, soprattutto, sono figlio di contadini. E quando sento parlare di
difesa del territorio, di integrazione del reddito della famiglia rurale, penso a mio padre, alle sue fatiche, a quanto bassa fosse la terra e, immancabilmente, mi si inumidiscono le ciglia.
Però, per favore, la vogliamo finire di prenderci in giro? Non gli basta raccontar bugie negli agriturismo?
La ricotta del cansiglio ... Eccezionale. Speriamo non come quell'agnello (dell'Alpago supponevamo) servito in un agriturismo del Cansiglio e proveniente dalla Nuova Zelanda!
Ma con che metro misurate? fatemi vedere il metro perché non vi credo più.

Danilo De Nardi

mimetype RASSEGNA STAMPA.pdf 1019 KB

17/11/2008


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright ´┐Ż 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole