Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 18 Agosto 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

POMPE DI BENZINA E NEGOZI

 .
 

POMPE DI BENZINA E NEGOZI

CONVIVENZA PERICOLOSA

I gestori di impianti di carburante di Confcommercio Veneto
scrivono alla III Commissione regionale:
"Non si operi in deroga alla disciplina urbanistica"

Pompe di benzina e negozi: convivenza pericolosa. Per la sostenibilità ambientale, gli equilibri commerciali e quelli economici.
Lo sostengono i gestori di impianti di carburante di Confcommercio Veneto che ieri hanno inviato una lettera al presidente e ai componenti della III Commissione del Consiglio regionale per opporsi alla proposta di modifica regionale alla legge 23 (norme in materia di distribuzione di carburanti), che prevede l'insediamento di attività diverse sotto lo stesso ‘tetto' dei distributori, con una prevedibile prospettiva di espansione, insomma una sorta di centri commerciali lungo le strade del Veneto. Ipotesi che, secondo i benzinai aderenti a Confcommercio, può stridere con la disciplina in materia urbanistica.
A meno che, pur di realizzare il progetto, non si operi in deroga a tali norme.

"Le ragioni del nostro dissenso - spiegano i gestori di Confcommercio Veneto - risiedono principalmente, ma non esclusivamente, nella previsione della cosiddetta 'deroga urbanistica', uno strumento che consentirebbe la costruzione e l'apertura di esercizi commerciali, pubblici esercizi e rivendite di quotidiani e periodici la dove lo strumento urbanistico non lo consente. La gravità delle conseguenze di tale deroga - proseguono i gestori - ci porta a considerare tale strumento come una grave anomalia ai principi di equilibrio e sostenibilità che sottendono agli strumenti urbanistici vigenti".

"Bisogna inoltre sfatare il falso e interessato mito di un'eventuale riduzione del prezzo di carburanti legata alle attività commerciali presenti nell'impianto - spiega il gruppo gestori di impianti di carburante di Confcommercio Veneto - perché il calo dei prezzi dei carburanti dipende dal monopolio delle compagnie petrolifere, che non viene minimamente intaccato da questa proposta di legge".

"Che i distributori siano posti lungo le strade è ovvio - scrivono i gestori - ed è altrettanto probabile che il terreno più indicato (anche sotto il profilo della sicurezza stradale) possa essere agricolo. Ma se dal solo impianto passiamo a una serie di esercizi commerciali, artigianali, di ristorazione eccetera, è evidente che si tratta di tutt'altra cosa".

Nel Veneto ci sono molte zone che lo strumento urbanistico classifica come agricole, ma che si trovano nella via di passaggio di frequentatissimi percorsi casa/lavoro o casa/località turistiche. In queste zone non è possibile insediare alcuna attività commerciale. Il timore è che il progetto di legge in questione dia il via a una colonizzazione e a una cementificazione delle zone agricole per sfruttare commercialmente i tragitti più ‘battuti' senza doversi adeguare alla programmazione urbanistica cui tutti gli altri imprenditori si sono adeguati.

I gestori aderenti a Confcommercio Veneto si vedono quindi costretti, anche per il ruolo sindacale che ricoprono, oltre che per salvaguardare gli equilibri territoriali, a mantenere una posizione fermamente contraria al progetto di legge regionale, finché conterrà la deroga allo strumento urbanistico: "In questo momento di crisi, quando i gestori si trovano stretti tra le difficoltà internazionali e la concorrenza locale delle pompe bianche - dice il presidente di Confcommercio Veneto Massimo Zanon - invitiamo la Regione a evitare fughe in avanti su questo fronte".

16/09/2011


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole