Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 27 Giugno 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

GISC

 .
 

GISC

IL 27 LUGLIO I BENZINAI AGIP DELLA PROVINCIA DI VENEZIA HANNO MANIFESTATO DAVANTI ALL'ENI DI PADOVA

Megafono, fischietti, striscioni:mercoledì 27 luglio i gestori AGIP della provincia di Venezia - insieme ai colleghi di Treviso e Padova - hanno chiuso gli impianti e manifestato davanti alla sede dell'ENI a Padova. Protestano contro il comportamento della Compagnia nei confronti dei suoi stessi venditori ‘a marchio', un atteggiamento che i gestori del GISC, il sindacato di categoria, definiscono dispotico.

Al centro, la drammatica condizione in cui i benzinai si sono venuti a trovare, schiacciati tra la concorrenza delle pompe bianche e l'atteggiamento della Compagnia, che in questi giorni sta battendo la provincia, passando in rassegna i distributori a marchio AGIP con una lettera confezionata ‘ad hoc': sembra scritta dai gestori, in realtà è redatta dalla Compagnia.

La questione più recente riguarda la campagna Iperself (quella pubblicizzata su radio e tv): il relativo accordo sottoscritto da Eni e dai gestori alcuni mesi fa prevedeva che lo sconto-base Iperself fosse suddiviso al 50% tra i due soggetti, e che gli eventuali ribassi fossero a carico della Compagnia.

Nella lettera recapitata in questi giorni da Eni ai gestori AGIP, invece, viene fatto dichiarare ‘spontaneamente' al gestore di volersi accollare ‘quegli' ulteriori ribassi.

"Siamo già oltre i limiti della sopravvivenza - ha dichiarato Stefano Finotto, presidente provinciale del GISC di Venezia - All'erosione dei nostri margini di guadagno si somma quella della nostra dignità professionale".

All'indifferenza dell'Eni i gestori hanno risposto dunque con una protesta pacifica ma ben visibile, che ha evidenziato tutto il malessere di una categoria bistrattata dalla compagnia di bandiera che, da una parte, li spreme come non mai e, dall'altra, favorisce la concorrenza degli indipendenti, le cosiddette pompe bianche.

In allegato: immagini della manifestazione

allegato 1 - la protesta davanti ai cancelli Eni.jpg

allegato 2 - Pres Gisc Ve Stefano Finotto.jpg

 

 


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole