Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 30 Maggio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

A BERLINO

 .
 

A BERLINO

La Giunta dell'Unione a Berlino per studiare come sia possibile uno shopping dal volto umano in un ambiente urbano esteticamente bello e moderno

Confcommercio Unione Venezia ha compiuto una nuova missione di studio, questa volta a Berlino, lo scorso aprile. A volare nella capitale tedesca la Giunta dell'Unione alla quale si è affiancato anche il Presidente dell'Unione Regionale Fernando Morando.
Tre giorni per visitare uno dei più stimolanti ed innovativi ambienti urbani d'Europa, ma anche una grande città che sta facendo i conti con la proliferazione dei centri commerciali la cui densità è notevole considerato che, nonostante la grande estensione (823 kmq) dell'agglomerato urbano caratterizzato da una spiccato sistema policentrico, la popolazione è i poco inferiore ai 4,5 milioni di abitanti.
Berlino inoltre sta soffrendo particolarmente la crisi economica e finanziaria internazionale: terza città tedesca per ricchezza individuale - con poco più di 16.000 euro annui - è infatti di gran lunga preceduta da Francoforte, la capitale finanziaria e, al primo posto, da Monaco di Baviera con oltre 21.000 euro annui disponibili.

La visita di studio ha visto il momento più importante nel seminario tecnico animato dal responsabile del centro commerciale Potsdamer Platz City Arkaden Thomas Saenger, che ha reso possibile un interessante confronto di idee, opinioni nonché lo scambio di informazioni in materia di proposte di pianificazione commerciale ed urbanistica che hanno rivelato interessanti e inattese analogie tra le strategie che il nostro sistema sta proponendo ai responsabili politici della pianificazione commerciale, e le soluzioni che un mercato "maturo" del centro commerciale come quello delle medie e grandi città tedesche sta tentando di darsi.

Il responsabile del Potsdamer Platz City Arkaden - che appartiene ad una multinazionale tedesca con sede ad Amburgo, la ECE, specializzata in centri commerciali "magneti" all'interno dei centri storici cittadini - ha illustrato agli imprenditori gli effetti deleteri che la proliferazione di centri commerciali attorno all'agglomerato urbano di Berlino sta provocando.
Una feroce concorrenza tra loro, che sta ridimensionando fortemente il successo di quel modello, mentre il caro vecchio grande magazzino -seppur nelle formule di marketing e di lay out altamente rinnovate, complice una dotazione infrastrutturale di accesso al centro completa ed impeccabile, abbia concesso anche ad una città "rifondata e riunificata" come Berlino di recuperare velocemente la passione dei suoi cittadini per uno shopping in centro... dal volto umano.

Potsdamer Platz è uno spazio di socializzazione risorto sulla mitica piazza distrutta tra il 1943 e il '45 e lasciata tabula rasa, divisa dal Muro sino al 1989, è oggi un vero "ambiente" considerato il simbolico cuore storico di Berlino e, dopo la riunificazione e la sua rielezione a capitale, di tutta la Germania contemporanea e della mitteleuropa.
Qui la soluzione adottata per il centro commerciale è stata quella di recuperare la tradizionale promenade dello shopping, propria del crocevia più trafficato al mondo sino alla vigilia del secondo conflitto mondiale, adattandola però alla modernissima architettura di Renzo Piano, architetto quanto mai distante dai centri commerciali, ma che ha sposato l'idea di ricreare una strada "moderna" pedonale, coperta, tra due edifici sobriamente avveniristici che si affacciano su di essa, con tanto di alberi rigorosamente veri .

Dopo la missione a Klagenfurt, la missione tecnica - che ha visto impegnati tra Charleroi, Anversa e Bruges i direttori delle Ascom mandamentali e di Aepe - si consolida la convinzione di Confcommercio Unione Venezia che solo un approccio articolato, non solo economico ma anche urbanistico ed estetico - per quanto concerne i punti vendita e l'"ambient" nel quale essi operano, la piazza, la via, la galleria storica - può costituire una premessa utile a progettare soluzioni innovative di rilancio del commercio in città.


Confcommercio, grazie alle relazioni attivate con le istituzioni locali e con le società promotrici dei progetti, ha attivato un proficuo scambio di informazioni, non ultima la normativa vigente in materia di programmazione commerciale e pianificazione urbanistica, e di know how utile a formulare proposte concrete e complete, elemento indispensabile per poter promuovere anche sul nostro territorio il passaggio dal dibattito - spesso fine a se stesso e non privo di pregiudizi - ad iniziative, sia in campo normativo che ingegneristico per il rilancio qualitativo dei nostri spazi nei centri urbani.
Una questione di metodo dunque, per fare insieme Città e rilanciare uno shopping dal volto umano, preservando, valorizzando o creando un ambiente commerciale esteticamente attraente.

29/04/2009


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole