Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 27 Giugno 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

TURISMO A PASQUA

 .
 

LEGGERA RIPRESA PER IL TURISMO A PASQUA

Saranno circa 9 milioni e 200mila gli italiani maggiorenni che andranno in vacanza per Pasqua dormendo almeno una notte fuori casa rispetto agli 8,5 milioni del 2009, per un progresso dell'8%. L'85% resterà in Italia rispetto all'89% del 2009. Sono i dati salienti dell'indagine effettuata dall'Istituto EMG Ricerche per conto di Federalberghi-Confturismo.
Chi resterà in Italia andrà soprattutto al mare (40% delle preferenze rispetto al 39% del 2009) e in montagna (25% rispetto al 27% del 2009). Stabili le località d'arte che toccano il 19% delle preferenze (come nel 2009), mentre il 3,6% andrà al lago e l'1,5% in località termali e del benessere. Fra quanti andranno all'estero spiccano le capitali europee con il 62% dei consensi (rispetto al 60% del 2009), seguite dalle località di mare con il 27% (rispetto al 20% del 2009).
Quanto al luogo dove passare la notte, l'albergo mantiene la testa della classifica con il 34% delle preferenze (rispetto al 30% del 2009), seguito dalla casa di parenti o amici con il 21% (rispetto al 26%) e dalla casa di proprietà col 20,5% (rispetto al 21%).
Un leggero incremento si registrerà per gli agriturismo con il 5,9% rispetto al 4,2% del 2009 e per i villaggi turistici con il 2,8% rispetto all'1,5% del 2009.
La spesa media pro-capite (comprensiva di trasporti, cibo, alloggio e divertimenti) si attesterà sui 305 euro rispetto ai 291 del 2009 (+5%), generando un giro d'affari di 2,7 miliardi (2,5 miliardi nel 2009) con un incremento dell'8% circa. Nel dettaglio, chi resterà in Italia spenderà in media 272 euro (rispetto ai 253 Euro del 2009, +8%), mentre chi andrà oltreconfine spenderà una media di 502 euro a persona (rispetto ai 595 del 2009, per un -16%). La durata media della vacanza si attesterà sulle 3,8 notti rispetto alle 3 notti del 2009.
Per quanto riguarda la modalità di prenotazione, il 28,7% di chi andrà in vacanza a Pasqua ha utilizzato Internet per prenotare la propria vacanza, il 18,9% si è avvalso di amici, il 14,8% ha telefonato direttamente alla struttura ricettiva, il 10,4% si è avvalso di una agenzia di viaggi e il 2,9% ha atteso occasioni last minute.
Il 35,5% degli oltre 38 milioni di italiani maggiorenni che non andranno in vacanza a Pasqua, infine, ha dichiarato di non potersi permettere una vacanza per mancanza di soldi.

mimetype dati_pasqua_2010.pdf 196 KB

29/03/2010


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole