Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 26 Maggio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

A SHANGHAI

 .
 

CONFCOMMERCIO PROTAGONISTA A SHANGHAI CON L'OSPITALITA VENETA D'ECCELLENZA

"Metti un giorno, al mercato, con Marco Polo" e "Metti una sera, a Shanghai, con Marco Polo": questa la coppia di eventi che ha attirato i riflettori dei oltre quaranta tra giornalisti e aziende to class del turismo della repubblica Popolare Cinese e prosegue, dopo la prima fase dello scorso maggio, in occasione dell'irripetibile occasione dell'Expo Universale di Shanghai 2010, l'impegno di Confcommercio Unione Venezia per presentare alla migliore vetrina mondiale la capacità di realizzare un'offerta ricettiva di alta qualità.
Il doppio evento - il 9 agosto la presentazione dei prodotti tipici e dell'ospità veneta nella prestigiosa e trendy cornice del locale più trandy di Shanghai, l'M.House dell'artista contemporaneo Simon Ma, e il'11 agosto al 39. piano del prestigioso Hilton Hotel - L'evento, anche questa volta, dopo la missione che già aveva visto la Confcommercio della provincia di Venezia chaperon a Shanghai, Pechino e Canton (Guangzhou) per le imprese venete della ricettività alberghiera, si è inserito nelle iniziative opportunità offerte al mondo imprenditoriale e promosse dal comitato Venezia World Expo 2010.
Questa volta - l'azione si incentrava su un ambizioso obiettivo di marketing territoriale - Confcommercio Unione Venezia ha coinvolto anche Coldiretti Venezia, con il suo Presidente, Giorgio Piazza e la Regione Veneto, rappresentata dall'Assessore al Bilancio e alla Cooperazione Transfrontaliera Roberto Ciambetti.
La Camera di Commercio di Venezia ha assicurato un contributo quale concorso delle spese di progetto, mentre preziosa si è rivelata La consulenza del Centro Estero delle Camere di Commercio del Veneto el‟assistenza organizzativa e logistica della Camera di Commercio Italiana in Cina - Ufficio di Shanghai.
Le due serate hanno avuto come obiettivo la promozione di alcuni prodotti tipici (tra il „gotha‟ della gastronomia presentato a Shanghai, ospiti speciali il radicchio trevigiano e i vini del Lison-Primaggiore) e la sensibilizzazione del pubblico cinese all‟ospitalità della Città di Venezia e della Regione del Veneto. "Abbiamo colto al balzo l‟opportunità dell'Expo e della partecipazione della Città di Venezia con un proprio Padiglione nella Urban Best Practices Area, per presentare i prodotti di alta qualità tipici di Venezia e della Regione, nella speranza che il mercato cinese, che si sta dimostrando sempre più aperto, curioso e
attento alla qualità sia un mercato di sbocco per il futuro" ha dichiarato Roberto Ciambetti, Assessore al Bilancio e alla Cooperazione Transfrontaliera e Transnazionale della Giunta Regionale del Veneto. "Inoltre, abbiamo coniato il brand Marco Polo - ha continuato l‟Assessore - per promuovere prodotti tipici e turismo. Speriamo che questo sia solo il primo passo di una collaborazione economica di reciproca soddisfazione". Ad addentrarsi poi nelle finalità dell‟iniziativa è stato Francesco Antonich, Vicedirettore e Responsabile delle
Relazioni Internazionali di Confcommercio Venezia. "Desideriamo che il soggiorno degli ospiti cinesi presso la nostra Regione non sia affrettato e non si limiti alla visita dei luoghi più conosciuti; vogliamo offrire un‟esperienza completa, un viaggio alla scoperta delle eccellenze locali". "Nel settore della ristorazione - ha proseguito Antonich - prodotti di alta qualità e ricette tradizionali interpretate con passione da chef di primo livello". Riferimento - quest‟ultimo - diretto al team di chef dell‟Osteria da Fiore (rinomato ristorante veneziano situato a due passi da Piazza San Marco) intervenuto a Shanghai, per curare il buffet e la cena
di gala svoltisi nel corso delle sue serate. Un‟iniziativa con finalità commerciali, ma con un retrogusto culturale. Nel corso del secondo appuntamento, l‟Assessore Ciambetti ha infatti conferito il riconoscimento di „Attori dello scambio permanente di arte, cultura e secolare e perenne amicizia tra i popoli della Cina, di Venezia e del Veneto‟ al Maestro Regista Jia Zhangke (Leone d‟Oro alla Biennale del Cinema di Venezia (2006) con il film Still Life) e all‟artista Shan Shan Sheng (protagonista della 53° Biennale di Venezia con Open Wall, un‟opera interamente realizzata in vetro di Murano). Nel discorso che ha preceduto la
premiazione , Ciambetti ha affermato: "Mi piace sottolineare come Venezia sia stata la grande porta della cultura cinese non solo all‟epoca di Marco Polo, ma anche in anni recenti: grazie a Venezia e grazie alla Biennale, l‟Occidente ha scoperto le avanguardie artistiche cinesi, oggi protagoniste del dibattito culturale internazionale". A ritirare il premio solamente il regista Jia Zhangke. Nel ringraziare ha affermato: "Sono molto legato alla città di Venezia, 5 dei miei 9 film sono stati presentati a Venezia; pertanto oltre che cinese mi sento un po‟ veneziano". "Inoltre - ha continuato il regista - sono convinto che, come Venezia
ha offerto a me un palcoscenico per presentare i miei film e far conoscere la realtà cinese all‟occidente, così l‟Expo di Shanghai permetterà a Venezia di essere più conosciuta agli occhi dei cinesi, favorendo lo scambio tra le nostre due culture". L‟artista Shan Shan Sheng invece non è potuta intervenire personalmente, e a ritirare il riconoscimento sono stati la madre e il nipote. Ironia della sorte, l‟artista si trovava a Venezia, in procinto di ripercorrere assieme ad un mattoncino dell‟opera Open Wall l‟antico itinerario della „Via della Seta‟. Nel suo programma di viaggio, 12 tappe: Venezia, Atene, Istambul, Gerusalemme, Dubai, Singapore, Hong Kong, Taipei, le Grotte di Dung Huang, la Muraglia Cinese e, per finire, Shanghai. Ma nonostante l‟assenza, nessuna delusione per il pubblico: un video di
ringraziamento registrato in Laguna ha riportato il suo saluto, nonché regalato a tutti i
presenti l‟illusione di essere a Venezia.
Ora Confcommercio Unione Venezia , grazie al successo e alle esplicite richieste degli operatori e delle autorità cinesi che coordinano i flussi turistici, sta già lavorando alla terza e ultima fase del progetto: dopo l'approccio ad un mercato così delicato eppure così potenzialmente ricco di ricadute immediate per il territorio veneziano e veneto, occorre continuare con questa vincente logica di sistema per rispondere alle aspettative concrete di un mercato, quello cinese, che solo per limitarci al ceto medio si aggira intorno ai potenziali 100 milioni di clienti.

15/09/2010


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole