Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 24 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

SICUREZZA ALIMENTARE

 .
 

SICUREZZA ALIMENTARE

Autorità preposte ai controlli

Il dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e la sicurezza degli alimenti dell'ex Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, ora Ministero della Salute, con nota del 10 novembre 2009 n. 32156 chiarisce quali sono le autorità competenti, in materia di sicurezza alimentare, a contestare le violazioni al Dl.gs n. 193/2007.

La nota in esame individua, infatti, le autorità preposte alla contestazione delle violazioni ai regolamenti 852/2004 e 853/2004, sanzionate ai sensi del decreto legislativo n. 193/2007, nel Ministero stesso, nelle Regioni, nelle Province Autonome e nelle Aziende Sanitarie Locali.

Sono, dunque, gli addetti ai competenti servizi di controllo delle predette amministrazioni, oltreché i carabinieri appartenenti al nucleo per la tutela della salute (NAS), i quali dipendono funzionalmente dal Ministero della Salute, i soli soggetti legittimati ad applicare le sanzioni di cui al citato decreto legislativo.
La nota specifica, inoltre, che le altre forze di polizia mantengono i propri poteri ispettivi e sanzionatori limitatamente alle rispettive materie di competenza ed in relazione a specifiche norme di settore.

Viene, pertanto, negato un potere di controllo da parte della Polizia Municipale in occasione delle ispezioni negli esercizi commerciali e pubblici.

Da quanto riportato nella nota in oggetto emerge chiaramente che la Polizia Municipale non possiede alcun titolo per procedere alla contestazione delle violazioni ai regolamenti facenti parte del pacchetto igiene e sanzionati dal decreto legislativo n. 193/2007.

Il chiarimento sulla materia in esame interviene opportunamente a colmare un potenziale contrasto normativo tra il dettato del decreto legislativo 193/2007 - che non include la polizia municipale tra gli organi preposti all'applicazione di sanzioni - e la disposizione contenuta nell'art 13 comma 4 della legge n. 689/1981 in virtù della quale "All'accertamento delle violazioni punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro possono procedere anche gli ufficiali e gli agenti di polizia giudiziaria, i quali, oltre che esercitare i poteri indicati nei precedenti commi, possono procedere, ...".

15/04/2010


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole