Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 26 Giugno 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

WELFARE

 .
 

WELFARE

Tutela del reddito per i collaboratori e coordinati e continuativi

Nell'ambito delle recenti misure anticrisi previste dalla legge 2/2009, è stata introdotta, in via sperimentale, un'indennità una tantum da corrispondere ai collaboratori coordinati e continuativi che operano in regime di monocommittenza.

Sull'argomento, è ora intervenuto l'INPS per fornire le seguenti istruzioni operative.

Beneficiari

Il provvedimento riguarda i collaboratori a progetto, iscritti in via esclusiva alla gestione separata, ai sensi dell'art. 61, comma 1, Dlgs. n. 276/2003 (contribuzione: 25,72% nel 2009).

Requisiti

L'indennità viene erogata esclusivamente qualora si verifichi l'evento "fine lavoro", rilevabile dalle comunicazioni obbligatorie che il committente è tenuto ad inviare anche nei casi di cessazione del rapporto di lavoro. Nell'anno in cui si è verificato tale evento (c.d. anno di riferimento) gli interessati devono presentare apposita domanda previa dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o a un percorso di riqualificazione professionale.

Per aver diritto all'indennità è necessario che sussistano tutte le seguenti condizioni:

- i collaboratori svolgano la propria attività esclusivamente per un unico committente. Tale condizione si riferisce all'ultimo rapporto, quello per il quale si è verificato l'evento di "fine lavoro" (rilevabile dalle denunce glac/m);

- per il primo anno di erogazione del beneficio (anno 2009) va preso in considerazione il reddito prodotto nel 2008 che deve essere compreso tra 5.000 euro e 13.819 euro;

- nell'anno precedente, cioè nel 2008, devono risultare accreditati non meno di 3 mesi di contributi, ma non più di 10. Il reddito del 2008 deve essere, pertanto, compreso tra 5.000 euro e 11.516,00 euro (pari ad una contribuzione IVS di 2.764 euro);

- nell'anno di riferimento (anno di fine lavoro), inoltre, devono essere accreditati presso la relativa gestione separata almeno tre mesi (es. per il 2009, con un minimale di 14.240,00 euro, il reddito per avere tre mesi di accredito deve essere di almeno 3.560,00 euro).

Domanda

La domanda va presentata dall'interessato alla sede INPS territorialmente competente (vedi modello allegato) entro 30 giorni dalla data dell'evento "fine lavoro".

Per gli eventi già verificatisi entro il 30 maggio, la richiesta deve essere presentata entro il 30 giugno 2009.
Prestazione

Per l'anno 2009, verrà liquidata un'indennità una tantum, pari al 20% del reddito da lavoro percepito nell'anno 2008 (quadro RC del modello UNICO o UNICO MINI 2009 oppure Parte C - Sezione 2 del CUD 2009). Per gli anni 2010 e 2011, l'una tantum sarà commisurata al 10 % del reddito da lavoro percepito.

Viene, infine, ribadito che il diritto a percepire qualsiasi trattamento di sostegno al reddito e' subordinato alla dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro o a un percorso di riqualificazione professionale. In caso di rifiuto, si perde il diritto a qualsiasi erogazione di carattere retributivo e previdenziale.

11/06/2009


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole