Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 01 Maggio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

SICUREZZA & LAVORO

 .
 

SICUREZZA & LAVORO

Nuovi adempimenti del D.lgs 81/08

Non si prevedono ulteriori proroghe: il 16 maggio entreranno definitivamente in vigore le disposizioni - adempimenti per il datore di lavoro e sanzioni in caso di loro violazione - previste dal Decreto legislativo 81/08.
Tuttavia è bene tenere in evidenza che numerosi di questi adempimenti saranno eliminati qualora entri in vigore il decreto correttivo al D.Lgs 81/08: ma ciò avverrà solo ed eventualmente a partire dal 16 agosto prossimo. Ad ogni buon conto è necessario considerare sin d'ora la necessità di essere pronti ad ottemperare agli obblighi che entreranno in vigore.
Ecco dunque le azioni che il datore di lavoro dovrà fare per non ritrovarsi in violazione della normativa:

1. Apposizione della data certa al documento di valutazione dei rischi o all'autocertificazione della valutazione dei rischi
Al documento scritto di valutazione dei rischi (ricordiamo obbligatorio per le aziende con più di 10 addetti) o all'autocertificazione sostitutiva (possibile solo per le aziende fino a 10 addetti), andrà entro il prossimo 16 maggio apposta la vidimazione di data certa.
Per l'apposizione della data certa potranno essere utilizzate varie modalità, quali ad esempio:
- ricorso alla c.d. "autoprestazione" presso uffici postali prevista dall'art. 8 del d.lg. 22 luglio 1999, n. 261, con apposizione del timbro direttamente sul documento avente corpo unico, anziché sull'involucro che lo contiene;
- apposizione della c.d. marca temporale sui documenti informatici. Il sistema della marca temporale basa la propria modalità di certificazione della marca temporale su un procedimento informatico regolamentato dalla legge italiana, che permette di datare in modo certo ed opponibile a terzi un oggetto digitale (file). La Data Certa è un servizio di certificazione temporale apposto, per es. tramite il servizio INFOCAMERE della Camera di Commercio che permette di datare in modo certo ed opponibile a terzi qualunque tipo di documento;
- ricorso alla posta elettronica certificata. La posta elettronica certificata è il servizio di posta elettronica che fornisce al mittente la prova legale dell'invio e della consegna di documenti informatici:
- apposizione di autentica, deposito del documento o vidimazione di un verbale, in conformità alla legge notarile;
- registrazione o produzione del documento a norma di legge presso un ufficio pubblico.

2. Integrazione della valutazione dei rischi con i cosiddetti rischi da stress "lavoro correlato"
A partire dal 16 maggio 2009 il datore di lavoro, nell'ambito della valutazione dei rischi e della redazione del relativo documento (o autocertificazione in caso di aziende fino a 10 addetti), dovrà tener conto anche dei rischi collegati allo stress "lavoro correlato".
Si intendono per tali, oltre le cause normalmente tendenti a creare stress psicofisico, anche i fattori socio-ambientali ai quali possono essere maggiormente esposti i lavoratori appartenenti alle cosiddette fasce "deboli", come donne, giovani e lavoratori stranieri, che nell'ambito delle proprie prestazioni lavorative potrebbero incontrare difficoltà ulteriori rispetto a quelle normali derivanti dallo svolgimento dell'attività, quali ad esempio l'inesperienza o la mancata conoscenza della lingua.

3. Comunicazione all'Inail della eventuale nomina del rappresentante aziendale dei lavoratori per la sicurezza (rls)
Con la circolare n. 11 del 12 marzo scorso, l'Inail ha fornito le indicazioni in merito all'applicazione dell'obbligo da parte del datore di lavoro di comunicare annualmente all'Inail il nominativo del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS), tenendo presente che la violazione di tale obbligo prevede una sanzione pari a 500,00 euro.

L'adempimento in oggetto solo per l'anno in corso potrà essere effettuato entro il 16 maggio 2009, mentre, una volta a regime, andrà effettuato entro il 31 marzo di ciascun anno.

L'INAIL ha predisposto una specifica procedura on line, disponibile nell'area Punto Cliente del sito www.inail.it, in cui sarà possibile accedere all'applicazione "Dichiarazione RLS" previa registrazione (per ulteriori dettagli cfr. ns. note informative nn. 14 e 23 rispettivamente del 19 marzo e del 9 aprile uu.ss.)

4. Comunicazione all'Inail degli infortuni con prognosi superiore ad un giorno
Viene introdotto l' obbligo per i datori di lavoro di comunicare all'INAIL, o all'IPSEMA per i lavoratori marittimi, i dati relativi agli infortuni sul lavoro che comportino assenza per un periodo superiore ad un giorno, escluso quello dell'evento (art. 18, comma 1, lettera r del decreto legislativo n. 81/2008).

5. Visite mediche preassuntive
A decorrere dal 16 maggio trova applicazione la disposizione di cui all'art. 41 comma 3 lett. a) del decreto legislativo n. 81/2008, relativa al divieto di effettuare le visite mediche in fase preassuntiva.
Con riserva di fornire successive informazioni su eventuali sviluppi, si inviano cordiali saluti.

07/05/2009


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole