Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 29 Maggio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

SERVIZI PUBBLICI LOCALI

 .
 

SERVIZI PUBBLICI LOCALI

Orientati al cliente e strategici per la competitività del territorio

E' stata presentata in questi giorni la ricerca dal titolo "La crisi, il mercato, i servizi pubblici. La situazione e le opinioni di imprese, famiglie e istituzioni realizzata dal Censis per conto di Confservizi.

Rinviando al file .pdf allegato per i dettagli, dalla ricerca emerge che la grande maggioranza delle imprese (81,1%), per lo più PMI richiede una gamma e una qualità dell'offerta di servizi pubblici locali che risponda in modo sempre più puntale alla domanda così come si viene a formare sulla base delle caratteristiche produttive del territorio.

Anche le famiglie, però, sono più propense a ritenere il costo dei servizi fruiti una tariffa da corrispondere, per un "prodotto per la persona".
Per il 51,9% il fatto che una tariffa corrisponda effettivamente ad un ottimo rapporto qualità / prezzo è elemento decisivo nella scelta dell'operatore;anche nei riguardi della concorrenza i cittadini hanno un approccio positivo: il 55,7% la interpreta apprezza l'apertura alla concorrenza nella convinzione che porterà a un miglioramento della qualità dei servizi a prezzi più bassi.

La soddisfazione per i servizi erogati non è omogenea per il Paese.
Il 56,3% delle imprese dichiara che la qualità è inferiore alle aspettative; mentre sembrano "accontentarsi di più" le famiglie delle quali solo il 48% condivide il giudizio negativo

Per le imprese, i concetti chiave cui si lega la domanda di servizi pubblici locali sono il territorio e l'aziendalizzazione mentre per le famiglie sono le tariffe e i processi di liberalizzazione e apertura alla concorrenza, da cui può derivare una diminuzione dei prezzi.

Ma come percepiscono l'evoluzione delle cosiddette pubblic utilities le imprese e le famiglie?
Anzitutto vi è l'aspettativa che una efficiente ed efficace azienda di servizio pubblico sia orientata al cliente e adotti strumenti di progettazione e verifica della qualità dei servizi erogati, al pari di qualsiasi altra azienda privata che eroga un servizio / prodotto ad un mercato.

Permane però netta la distinzione tra grandi imprese di servizi pubblici, i cui obiettivi sono anzitutto la "quadratura dei bilanci" e l'ottimizzazione delle attività collegate ma determinanti di natura finanziaria e le aziende di dimensioni inferiori, per lo più identificate con il territorio di riferimento e dalle quali ci si attende un forte impatto sociale dei servizi erogati quale valore aggiunto della loro attività complessiva e prova dell'efficienza della loro organizzazione.

Infine, se il Sud rimane orientato al concetto di indissolubilità tra proprietà e gestione dei servizi pubblici, per assicurare il mantenimento del consenso, il Nord invece sembra più attento ad una concezione più imprenditoriale, manageriale dei servizi pubblici locali in quanto considerati elementi economici strategici e quindi determinante la competitività di un territorio rispetto ad un altro.

mimetype Sintesi_Confservizi.pdf 823 KB

29/01/2009


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole