Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 26 Maggio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

LAVORO

 .
 

LAVORO E RELAZIONI SINDACALI

Decreto Min. del lavoro attuativo dell’art. 39 del D.L. 112/08 sul libro unico del lavoro

Il giorno 9 luglio 2008 il Ministro del lavoro ha firmato il testo del Decreto Ministeriale sulla istituzione del libro unico del lavoro attualmente alla registrazione della Corte dei Conti.
Il libro unico può essere elaborato e stampato meccanograficamente su fogli mobili a ciclo continuo. In questo caso, prima della messa in uso, ogni pagina deve essere numerata e vidimata presso l’Inail o, in alternativa da soggetti autorizzati dallo stesso ente assicurativo in sede di stampa del modulo continuo.
Per procedere, invece, alla stampa laser del libro, occorre avere un’autorizzazione preventiva da parte dell’Inail con generazione della numerazione automatica.

La tenuta e conservazione del libro unico sono possibili anche solo su supporto informatico senza il trasferimento dei dati sul supporto cartaceo.
In tal caso non occorre neanche l’autorizzazione ma basta inviare, prima della messa in uso, una comunicazione scritta alla DPL, anche tramite fax o e mail, indicando in maniera dettagliata le caratteristiche tecniche del sistema adottato.

I consulenti del lavoro e gli altri soggetti di cui all’art.1, c. 1 e 4 della legge 12/79, che abbiano l’autorizzazione ad adottare un sistema di numerazione unitaria del libro unico del lavoro devono innanzitutto ottenere delega scritta da ogni datore di lavoro, successivamente devono inviare telematicamente all’Inail l’elenco dei datori di lavoro con i relativi codici fiscali e, infine, in caso di acquisizione o interruzione di assistenza di un datore  di lavoro, entro 30 giorni dall’evento, bisogna darne comunicazione all’Inail.

Il luogo di tenuta del libro unico è la sede legale del datore di lavoro.
In alternativa il libro unico può essere conservato presso gli studi dei consulenti del lavoro o presso la sede dei servizi e dei centri di assistenza delle associazioni di categoria delle imprese artigiane e delle piccole imprese.
I suddetti soggetti hanno l’obbligo di esibire il libro del lavoro non oltre 15 giorni dalla richiesta risultante dal verbale degli organi di vigilanza.

Vengono, inoltre, introdotti riepiloghi mensili più snelli, riferiti ai soli dati individuali relativi alle presenze, alle ferie e ai tempi di lavoro e di riposo, la cui elaborazione deve essere fornita a seguito di una richiesta degli organi di vigilanza ed esclusivamente per i datori di lavoro che hanno più di 10 lavoratori.

Sede stabile è qualsiasi articolazione autonoma della impresa in grado di espletare l’attività aziendale, anche con la presenza di uffici amministrativi.

I lavoratori che si computano nell’organico aziendale sono i lavoratori subordinati, i collaboratori coordinati e continuativi e gli associati in partecipazione che siano iscritti sul libro unico del lavoro e che siano ancora in forza.

Il libro unico del lavoro deve essere conservato per la durata di 5 anni.
Tale obbligo è esteso anche ai libri obbligatori messi da parte a seguito dell’entrata in vigore del D.L. 112/2008.

Il provvedimento non è ancora operativo e lo sarà con prossima pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
Fino al 31 dicembre 2008, i datori di lavoro possono adempiere agli obblighi di istituzione e tenuta del libro unico del lavoro, ai sensi del d.l. 112/08 art 39.

Si precisa che il libro unico sostituisce tutti i libri obbligatori preesistenti: matricola, paga e presenze, registro d’impresa, libri dei lavoranti a domicilio, registro dell’orario dell’autotrasporto.


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole