Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 21 Agosto 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

made in Veneto

 .
 
Dal farmer market al Ristorante con menu “made in Veneto”


Come ti tutelo l’insalatina nostrana

Pubblicata  sul bollettino della Regione Veneto n. 62 del 29 luglio, la Legge Regionale 25 luglio 2008, n. 7 Norme per orientare e sostenere il consumo dei prodotti agricoli di origine regionale dovrà ora fare i conti con la Commissione europea che ne dovrà verificare la compatibilità con la rigida disciplina  di tutela della concorrenza e di libera circolazione dei beni — agricoli compresi — che impera sui Paesi dell’Ue.
Nell’attesa prepariamoci a comparare e a mangiare, in casa e al ristorante, un po’ più veneto, almeno per quanto concerne i prodotti agricoli (la legge non riguarda i prodotti animali).

Con questa nuova disposizione, che fa già discutere, la Regione Veneto lancia l’offensiva contro il dilagare del food non proprio nostrano che attenta alle nostre diete e, ancor più, insidia inesorabilmente la nostra tanto amata e ricercata cultura enogastronomica.

Obiettivo: promuovere e la valorizzare le produzioni agricole regionali, favorendo il consumo e la commercializzazione dei prodotti provenienti da aziende agricole site nella regione.
Ma anche  e garantire trasparenza di prezzi e assicurare un elevato standard qualitativo.

A cominciare dalle mense pubbliche ovvero dalle imprese che intendono prendere in appalto il servizio di mensa per enti pubblici — scuole, istituzioni locali, etc. -  che dovranno garantire l’utilizzo di almeno il 50% di prodotti agricoli regionali — un punteggio di favore sarà  assegnato a quei gestori che supereranno il tetto del 50%.

La legge prevede anche (art. 3), una notevole incentivazione della vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli, ai quali spetta ora una percentuale non inferiore al 20% del totale dei posteggi nei mercati al dettaglio, consentendo per altro  di derogare a quei Comuni che necessitino di ampliare il numero dei posteggi per garantire il perseguimento di tale vincolo.
Viene inoltre incentivata la modifica dei piano del commercio nell’ambito del territorio comunale per supportare la creazione dei cosiddetti farmer market (già apparsi in alcuni medi e grandi Comuni della provincia di Venezia) e di mercati dei prodotti agricoli locali riservati ai soli imprenditori agricoli.

Con l’art. 4 la Regione  promuove la valorizzazione dei prodotti agricoli di origine regionale e favorisce una migliore conoscenza delle produzioni di qualità e delle tradizioni alimentari regionali da parte dei consumatori.

Alle imprese esercenti l’attività di ristorazione o di vendita al pubblico ed operanti nel territorio regionale che, nell’ambito degli acquisti di prodotti agricoli effettuati nel corso dell’anno, si approvvigionino per almeno il 30 % in termini di valore, di prodotti agricoli di origine regionale, viene assegnato, al fine di pubblicizzarne l’attività, un apposito contrassegno con lo stemma della Regione le cui caratteristiche sono determinate con apposita deliberazione.
L’approvvigionamento dei prodotti di cui al comma 2 nella misura minima del 30% deve essere documentato nelle fatture d’acquisto che devono riportare l’indicazione dell’origine, la natura, la qualità e quantità dei prodotti acquistati.

Le imprese di cui al comma 2 saranno inserite in un apposito circuito regionale veicolato nell’ambito delle attività promozionali della Regione Veneto. La Giunta regionale entro  180 giorni  dalla pubblicazione della legge produrrà un regolamento di utilizzo del marchio e il programma di valorizzazione dl circuito, comprendente anche sgravi fiscali e specifici contributi.

04/08/2008


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole