Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 23 Ottobre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

FIGISC

 .
 

FIGISC

Incontro gestori — Scajola: il ministro firma il protocollo d’intesa

Il Ministro dello Sviluppo economico Claudio SCAJOLA e i sindacati dei gestori degli impianti di carburanti (Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc Confcommercio) hanno siglato un protocollo d'intesa per avviare lo studio e promuovere, anche col coinvolgimento di altre Amministrazioni pubbliche, possibili soluzioni per specifici temi di interesse della categoria. 

Tra i temi oggetto del protocollo - si legge in una nota del Ministero - la rimozione delle distorsioni del mercato che penalizzano i Gestori, la semplificazione delle procedure con la Pubblica Amministrazione, la deduzione forfetaria strutturale del reddito d'impresa, la diffusione dei mezzi di pagamento elettronici attraverso la riduzione dei relativi costi, il riconoscimento della categoria tra i lavori usuranti, la ricerca di adeguati interventi per favorire l'omogeneo ammodernamento delle rete distributiva, attraverso la diversificazione delle attività commerciali 'non oil' presso gli impianti di rifornimento carburanti.

Le Organizzazioni di categoria hanno convenuto sulla necessità e le ragioni (illustrate dal Ministro Scajola al 'Tavolo permanente sul mercato petrolifero' il 3 giugno scorso) del provvedimento legisla-tivo varato dal Governo all'interno del 'Piano triennale di sviluppo' "per rispondere, positivamente ed in via ultimativa, agli elementi di criticità contenuti nella Procedura d'infrazione avviata dalla Com-missione Europea, evitando così il defeimento dell'Italia alla Corte di Giustizia, pur conservando le loro riserve circa la fondatezza dei rilievi formulati in sede comunitaria".
Le parti hanno convenuto inoltre "sull' esigenza di interventi volti a migliorare l'efficienza complessiva del sistema e la diversificazione dei servizi offerti, dando impulso ai relativi investimenti, e a completare il processo di liberalizzazione del settore attraverso la correzione di elementi distorsivi del mercato e della concorrenza, tuttora presenti nel comparto".

Le parti hanno infine convenuto sull'esigenza di proseguire il lavoro del Tavolo, in particolare con le Regioni, per individuare criteri di qualità e adeguatezza del servizio.

23/09/2008


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole