Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 24 Aprile 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Previdenza

 .
 

PREVIDENZA OBBLIGATORIA

INPS — Disposta la proroga per l’emersione del lavoro irregolare

Analogamente a quanto già previsto per la stabilizzazione delle collaborazioni coordinate e continuative, anche per l’ emersione dei rapporti di lavoro non risultanti da scritture o da altra documentazione obbligatoria è stata disposta la proroga al 30 settembre 2008.

Com’è noto, tale sanatoria era stata introdotta dalla legge finanziaria 2007, che aveva fissato il termine originario al 30 settembre 2007.

Al riguardo, l’Inps chiarisce che i datori di lavoro che accedono per la prima volta a tale  procedura di emersione possono regolarizzare, per ogni lavoratore interessato e previo accordo sindacale, l’intero periodo non assicurato fino al mese di settembre 2008 compreso, nei limiti, in ogni caso,  della prescrizione quinquennale.

Diversamente, i datori di lavoro che abbiano già attivato la predetta procedura per periodi fino a settembre 2007, potranno avvalersi della citata proroga, qualora in possesso dei previsti requisiti, soltanto per regolarizzare lavoratori che non siano già stati inseriti nel programma di emersione in atto.

Per ciò che concerne la decisione sulle istanze di emersione, l’Istituto, sulla base di una specifica nota del Ministero del Lavoro, precisa quanto segue:

a) l’attività istruttoria è di competenza dell’Inps;

b) il provvedimento decisorio è demandato al Collegio dei direttori , il cui coordinamento è affidato al Direttore della Direzione provinciale del lavoro competente;

c) avverso le decisioni assunte dal predetto Collegio, che devono essere considerate definitive in quanto espressione di volontà collegiale, può essere inoltrato eventuale ricorso soltanto al TAR  o al Capo dello Stato.

Rif.: Legge 27.12.2006, n. 296, art. 1, commi 1192 e 1193;

       Legge 28.2.2008 n. 31, art. 7, comma 2;

       Com. Direzione Generale prot. 03097 del 19.12.2006;

       Com. n. 84 del 12.9.2007;

       Circ. Inps n. 56 dell’8.5.2008

       Nota Minlavoro del 27.12.2007.

20/05/2008


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole