Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 19 Novembre 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Consumi

 .
 

INDICATORE CONSUMI CONFCOMMERCIO

Prosegue il trend  negativo a marzo:  male soprattutto per auto e motocicli, dinamica la spesa per  comunicazioni e cura alla persona

La stima dell’Indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) segnala a marzo 2008 la maggiore riduzione in termini di quantità acquistate degli ultimi tre anni: il —1,7% rispetto allo stesso mese del 2007 rappresenta, infatti, la flessione più consistente dall’inizio del 2005 confermando il permanere di una crisi profonda e strutturale della domanda interna. Nel complesso del primo trimestre del 2008 la riduzione è stata dello 0,7% (+0,3% nell’analogo periodo del 2007).

La decelerazione della domanda per consumi da parte delle famiglie, accentuatasi nei periodi più recenti, continua a condizionare le dinamiche produttive interne: ad aprile, secondo le prime stime di Confindustria, la produzione industriale, dopo il rimbalzo registrato a marzo, è tornata a registrare una riduzione in termini congiunturali (-1,0%).

Il dato di marzo dell’ICC continua a riflettere un’evoluzione negativa della domanda di beni (-3,4% in quantità rispetto all’analogo mese del 2007) a cui si contrappone una crescita per i servizi (+2,3%).

Per quanto riguarda i prezzi del paniere di beni e servizi considerati nell’ICC nel mese di marzo 2008 il permanere di tensioni sui beni alimentari e sugli energetici ha determinato un’ulteriore accelerazione (3,1% a fronte del 2,6% di febbraio), fenomeno che ha interessato sia i beni (+3,4%), che i servizi (+2,3%).

Sul versante delle quantità il dato di marzo riflette, oltre alla stagnazione che interessa gran parte degli aggregati considerati, la consistente tendenza al ridimensionamento della domanda per beni e servizi per la mobilità. Gli unici settori della domanda che sembrano non risentire della crisi sono i beni e servizi per le comunicazioni e, in misura più contenuta, i beni e servizi per la cura della persona.

La domanda di beni e servizi ricreativi continua a registrare, in termini quantitativi, un’evoluzione negativa con una flessione a marzo del 3,8% rispetto all’analogo mese dello scorso anno proseguendo nella tendenza che ha caratterizzato l’ultimo biennio. A questa tendenza sembrano fare eccezione solo la domanda per spettacoli e per l’acquisto di cd ed audiovisivi.

La stima per marzo 2008 della domanda per i servizi di ristorazione e di alloggio mostra una contenuta ripresa dei consumi delle famiglie (1,3% in termini tendenziali), evoluzione che riflette in larga parte gli effetti della Pasqua.

Particolarmente consistente è risultata a marzo la riduzione registrata dalla domanda per beni e servizi per la mobilità (-14,8% rispetto all’analogo mese del 2007), conseguenza di una elevata contrazione degli acquisti per autoveicoli e motocicli a cui si è associata una flessione dei consumi di carburanti.

La domanda relativa ai beni e servizi per le comunicazioni si è confermata, anche a marzo 2008, la componente più dinamica della spesa reale delle famiglie, con una variazione dei volumi acquistati del +9,8%, evoluzione a cui hanno contributo sia i beni che i servizi considerati nell’aggregato.

In linea con quanto registrato nei mesi precedenti, la domanda per i beni e servizi per la cura della persona ha evidenziato un ulteriore aumento delle quantità vendute (3,3% nel mese), determinato esclusivamente dalla domanda per prodotti farmaceutici e terapeutici.

06/05/2008


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole