Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 23 Agosto 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Sicurezza

 .
 

Sicurezza nei luoghi di lavoro:

Pronto il testo unico preparato dal Governo

Novità in materia di adempimenti e sanzioni più severe

Il Governo ha terminato la redazione del cosiddetto testo Unico sulla Sicurezza  nei luoghi di lavoro, secondo le linee generali definite dalla Legge  123/2007. Dopo il parere da parte delle competenti Commissioni parlamentari e della Conferenza Stato regioni, il testo dovrebbe essere adottato definitivamente dal Governo. Come  già segnalato, il Testo Unico riforma  tutta la materia, recependo definitivamente le disposizioni  dell’Unione europea.
Tra le  principali innovazioni introdotte si sottolineano i seguenti punti, rinviando ad un successivo aggiornamento ed approfondimento della materia, ma ricordando che le imminenti elezioni politiche comporteranno tempi lunghi per la conclusione dell’iter legislativo.

Anzitutto va evidenziato che l’applicazione delle disposizioni in materia di salute e sicurezza vengono ora riferite a tutti i lavoratori che si inseriscano in un ambiente di lavoro, senza alcuna differenziazione di tipo formale, compresi i lavoratori autonomi.

Si rafforzano le prerogative delle rappresentanze in azienda, in particolare di quelle dei rappresentanti dei lavoratori territoriali, destinati ad operare, su base territoriale o di comparto, ove non vi siano i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza in azienda, nonché la creazione di un rappresentante di sito produttivo, presente in realtà particolarmente complesse e pericolose.
Saranno rese più efficaci le attività delle autorità di vigilanza, per evitare sovrapposizione e rendere gli  interventi più efficaci.
Il Testo Unico in bozza contiene inoltre la definizione di un sistema di qualificazione delle imprese inteso come condizione per accedere ad agevolazioni e per la partecipazione a gare pubbliche.
Confermata, infine, la revisione del sistema delle sanzioni con un inasprimento delle stesse. 

Nell’ambito del confronto tra Governo e parti sociali, Confcommercio ha sottolineato come in materia di sanzioni si sia andato più in là di quanto previsto dalle linee definite dal Parlamento: in tal senso il Governo non avrebbe considerato il principio di proporzionalità tra entità della sanzione e gravità dell’offesa e non avrebbe tenuto conto dell’esigenza, espressa unanimemente dalle associazioni d’impresa, di sanzionare in maniera differenziata le violazioni formali rispetto a quelle che effettivamente determinano situazioni di pericolo reale per i lavoratori.

Se questa distorsione no sarà corretta quando le Commissioni parlamentari esprimeranno il loro parere in merito, si finirà per punire con la massima misura dell’arresto (in via esclusiva) comportamenti molto diversi tra di loro per gravità del danno emergente e per le effettive conseguenze prodotte.
Inoltre verrebbero a porsi sullo stesso piano sanzionatorio la mancata valutazione dei rischi (o la mancata redazione del relativo documento) con la non completa elaborazione dello stesso.
La prevista possibilità di trasformare tale sanzione detentiva in pena pecuniaria è soggetta a condizioni che rendono tale opportunità di difficile realizzazione.

Manca poi nel testo un significativo intervento di semplificazione, soprattutto per le piccole e medie imprese.
Il provvedimento non sostiene alcuna forma di collaborazione funzionale all'attività di prevenzione e di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori tra Istituzioni, imprese,  lavoratori e relative organizzazioni di rappresentanza.

14/03/2008


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole