Questo sito � stato realizzato con tecnologia Flash 7.0.
Se non visualizzi correttamente il filmato scarica il flash player
Oggi � il 21 Luglio 2017 | Mappa del Sito  MAPPA DEL SITO  |  Gallery  FOTOGALLERY |  Link Utili  LINK UTILI
ASSOCIAZIONE   SERVIZI   FORMAZIONE   AREA RISERVATA   COMUNICAZIONE    CONTATTI  
Argomenti


Ricerca nel Sito
Inserisci un termine di ricerca
 
 .

Lavoro: Apprendisti

 .
 

Lavoro: chiarimenti per apprendisti e lavoratori "extra" turismo e P.E.

A seguito di due interpelli proposti da Confcommercio, il Ministero del Lavoro  a fornito alcuni importanti chiarimenti in merito alla sospensione e alla proroga della durata del contratto di apprendistato e quindi sugli obblighi di comunicazione per assunzione dei cd. “lavoratori extra” nel turismo e pubblici esercizi. In particolare circa il rapporto di apprendistato e l’obbligo di comunicazione in caso di assunzione dei cd. “lavoratori extra” nel turismo e pubblici esercizi.

Con un primo interpello il Ministero conferma un suo precedente e consolidato orientamento già espresso nella nota del 24 dicembre 1981 in materia di apprendistato e nella comunicazione n. 28 del 12 maggio 1993 a proposito della prorogabilità del CFL.

In tal senso la citata Amministrazione, anche con riferimento al rinnovato istituto dell’apprendistato, chiarisce che in caso di sospensione del rapporto ad esempio per malattia o infortunio deve darsi luogo alla proroga solo se l’interruzione non è di “breve durata”. Nello stesso interpello il Ministero chiarisce che qualora la contrattazione collettiva di riferimento non intervenga a fissare tale “breve durata”, questa può essere quantificata in un periodo inferiore al mese.

Con un secondo interpello il Ministero, invitato ad esprimersi sull’argomento da Federalberghi, ha finalmente chiarito che tra i casi “di urgenza connessa ad esigenze produttive” , che consentono la deroga al principio secondo cui la comunicazione al Centro per l’impiego deve avvenire entro il giorno antecedente l’assunzione, rientrano le assunzioni dei cd. lavoratori “extra” nel settore del turismo e dei pubblici esercizi.
Dunque, le ipotesi derogatorie sono quelle disciplinate dall’art. 10, c. 3, del d. lgs. 368/2001, vale a dire per “assunzione diretta di manodopera per l’esecuzione di speciali servizi di durata non superiore ai 3 giorni” nei citati settori.
In questi casi, dunque, la comunicazione potrà essere contestuale o anche successiva (entro cinque giorni dall’instaurazione del rapporto di lavoro), e non dovrà essere preceduta dalla preliminare nota informativa.
Ricorda, infine, il Ministero che il datore di lavoro deve informare il competente Ufficio dell’esatta data di inizio della prestazione, così come risulta dal libro matricola che deve essere tenuto nel rispetto delle modalità stabilite dall’art. 20, punto 1), del DPR n. 1124/1965. 

I documenti del Ministero del Lavoro

icon Documento_MinisteroLavoro01.pdf 
icon DocumentoMinisteroLavoro02.pdf


 
 .  .

Homepage Contattaci Mappa del Sito Copyright � 2000 / 2012 - Confcommercio Unione Venezia - C.F. 80012160273
Tel. 041.5310988 | E-MAIL: unione@confcom.it

CREDITS | PRIVACY
Ascom Chioggia Ascom Cavarzere - Cona Ascom Riviera del Brenta Ascom Marghera Ascom Mestre Ascom mirano Ascom Basso Piave Ascom Portogruaro Ascom Venezia e Isole